Log in

Napa Valley: forte terremoto colpisce la Regione più importante e produttiva degli Stati Uniti

Un terremoto di 6.0 gradi sulla scala Richter, il più forte dal 1989, ha fatto tremare, nella notte di domenica, la terra della Napa Valley, la Regione più importante e produttiva degli Stati Uniti del vino. Secondo L’orario, le 3.20 di notte, ha evitato che ci fossero vittime. Le autorità parlano di 120 persone che sono dovute ricorrere a cure mediche di lieve entità.
E sul fronte del danno economico alle cantine, sebbene stime precise siano in via di valutazione, poteva decisamente andare peggio.

Come ha spiegato alla Cbs David Duncan, alla guida di una delle cantine più celebri di California, Silver Oak Vineyards: “temevamo di aver perso ogni singola botte, invece ne sono rimaste danneggiate solo 3, sebbene del nostro vino migliore. Diciamo che il danno per ora, per noi, è stimabile sui 100.000 dollari”.

A limitare i danni, almeno a giudicare dalle notizie che arrivano (anche se non mancano cantine che lamentano la perdita di metà della produzione), oltre che l’orario, anche il periodo: molte cantine sono appena all’inizio della vendemmia, e gran parte delle botti e dei serbatoi sono vuoti in attesa delle uve e dei mosti del 2014. E comunque, in pieno spirito americano, si cerca di guardare al domani con il massimo dell’ottimismo possibile: “se il terremoto fosse stato più forte, chissà quali danni ci sarebbero stati - ha dichiarato all’Afp Marc Mondavi, co-proprietario di Charles Krug Winery, una delle più antiche cantine californiane, che risale al 1861 - e se fosse successo a novembre, con la vendemmia praticamente finita, sarebbe stato decisamente peggio. Questa è la natura, e noi siamo contadini. Dobbiamo saperci convivere”.

Ma i rischi, per la zona e per le cantine, non sono finiti: secondo l’U.S. Geological Survey, sono attese scosse di assestamento di intensità tra i 3 ed i 5 gradi nei prossimi 7 giorni.
La foto è del sito www.thewineindustryinsight.com.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.