Log in

Coldiretti, decine di milioni di danni da nord a sud

Pomodori in Campania, vigneti in Puglia, ortofrutta in Toscana e nel Lazio: è il primo bilancio sugli effetti della perturbazione che ha colpito l’Italia tracciato dalla Coldiretti.
In Emilia - sottolinea la Coldiretti - l'abbondante pioggia e' stata accompagnata da grandine e vento forte che hanno battuto la zona orientale di Bologna, in particolare i Comuni di Castel San Pietro, Ozzano Emilia, Castenaso nelle aree verso Villanova. Si tratta di aziende specializzate in colture orticole, in particolare patate e cipolle, che sono state falcidiate dalla grandine sia in campo aperto, sia in coltura protetta, in quanto grandine e vento hanno devastato molte serre. Forti danni anche per il mais, la bietola da seme e gli alberi da frutto dove la combinazione di vento e grandine ha buttato a terra i frutti maturi e danneggiato la frutta in via di maturazione. Ingenti danni all'agricoltura anche in Ciociaria e nel Lazio con temporali a macchia di leopardo che hanno danneggiato duramente le colture stagionali. L'ondata di maltempo sta attraversando la penisola nel momento piu' importante per l'agricoltura in cui si raccolgono i frutti di un intero anno di lavoro che migliaia di aziende si vedono purtroppo sfumare con pesanti effetti sul piano economico ed occupazionale. La nuova perturbazione dopo il grande caldo conferma i cambiamenti climatici in atto che si manifestano proprio - conclude la Coldiretti - con la piu' elevata frequenza di eventi estremi con sfasamenti stagionali, precipitazioni brevi ed intense con vere e proprie bombe d'acqua.

Fonte: asca.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.