Log in

Il vino rosso riduce il rischio di carie

Il vino rosso potrebbe aiutare a prevenire la carie e a migliorare la salute dentale.


Una buona notizia per gli estimatori del vino rosso. Questa bevanda potrebbe aiutare a prevenire la carie e a migliorare in generale la vostra salute dentale. A renderlo noto sarebbero stati i membri dell’Instituto de Investigación en Ciencias de la Alimentación (CIAL), che attraverso una ricerca pubblicata sulle pagine del Journal of Agricultural and Food Chemistry, avrebbero constatato che proprio l’estratto dei semi di uva rossa potrebbe prevenire la comparsa di malattie dentali.


Per condurre la loro ricerca, gli studiosi si sono basati su analisi precedenti, in cui si dimostrava che i polifenoli contenuti nell’uva avrebbero la capacità di rallentare la crescita batterica.

Per confermare le loro ipotesi, gli esperti hanno dunque coltivato dei batteri responsabili di malattie dentali. Quindi, li hanno immersi in diversi tipi di liquidi, ovvero vino rosso, vino rosso senza alcol, vino rosso mescolato con estratto di semi d'uva, e acqua con il 12% di etanolo. Dopodichè, gli esperti hanno studiato gli effetti che ciascuna bevanda aveva sui batteri tipici del cavo orale.

Dalle analisi sarebbe dunque emerso che il vino rosso - con o senza alcool - e il vino mescolato con estratto di semi d'uva, erano senza dubbio i più efficaci nell’eliminare i batteri.

In base ai risultati registrati da M. Victoria Moreno - Arribas e dai suoi colleghi durante la ricerca, appare dunque chiara l’efficace azione antibatterica esercitata dall’uva rossa e dai suoi estratti, grazie ai quali sarebbe dunque possibile evitare che i batteri cattivi possano danneggiare i nostri denti.

Chissà che in futuro non vengano realizzati prodotti naturali che sfruttano i polifenoli, per combattere la carie ed altre malattie dentali?

Ultima modifica ilVenerdì, 13 Giugno 2014 17:14

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.