Log in

Puglia Wine and Land: giornalisti e buyer scoprono la vocazione enoturistica pugliese

E’ iniziato il 16 e si concluderà il 20 marzo 2014 l’evento ‘Puglia Wine and Land’, importante appuntamento che vede riunirsi in Puglia un nutrito gruppo di Buyer e Giornalisti internazionali.

Buyer e Giornalisti provenienti da Cina, Danimarca, Finlandia, Germania, Malta, Olanda, Polonia, Russia, Singapore, Sud Africa, Svezia e Stati Uniti hanno avuto la possibilità di conoscere la Puglia vinicola incontrando i produttori, visitando le aziende e degustando i loro vini, contemporaneamente hanno potuto scoprire le tante caratteristiche e potenzialità della Regione attraverso la bellezza, i profumi ed i sapori di alcuni fra i suoi luoghi più rappresentativi.

Workshop, Educational Tour ed incontri B2B hanno strutturato un programma mirato a soddisfare le aspettative di tutti gli opinion leaders, che hanno potuto scoprire la vocazione enoturistica e gli elevati standard di accoglienza su cui stanno puntando le aziende Pugliesi, dalla Daunia al Salento, passando per la Murgia Barese e la Messapia.

“Questa quinta edizione dell’evento – afferma Sebastiano de Corato, Presidente del consorzio Movimento Turismo del Vino – Puglia, organizzatrice dell’evento – intende consolidare la notorietà della Puglia enologica nei cinque continenti, dando visibilità ai territori vinicoli regionali e creando opportunità commerciali per le aziende consorziate. I nostri vini, infatti, sono veri ambasciatori del Made in Puglia nei mercati internazionali, molto apprezzati per il carattere che esprimono e l’ottimo rapporto qualità-prezzo che li caratterizza.”

“Siamo particolarmente fieri di questo evento – prosegue Sebastiano De Corato - perché ha la capacità di portare direttamente sul territorio i soggetti chiave per la promozione e diffusione del vino pugliese nel mondo e un selezionato parterre di giornalisti. In tal modo il ‘prodotto vino’ può essere contestualizzato nel background da cui nasce, che è fatto non solo di professionalità e competenze dei produttori, ma anche di cultura, tradizioni e storia che caratterizzano la nostra regione”.

 

Ufficio Stampa Vinoway



Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.