Log in

LA “RIVOLUZIONE” DI PAPA FRANCESCO TOCCA ANCHE LE CUCINE DEL VATICANO

LA “RIVOLUZIONE” DI PAPA FRANCESCO TOCCA ANCHE LE CUCINE DEL VATICANO LA “RIVOLUZIONE” DI PAPA FRANCESCO TOCCA ANCHE LE CUCINE DEL VATICANO

REGINA TCHELLY, GURU DELL’ARTE DEL RICICLO DEGLI AVANZI E FAUTRICE DEL PROGETTO “FAVELA ORGANICA”, INSEGNERÀ AGLI CHEF VATICANI IL GUSTO DI UNA CUCINA ANTI SPRECO


La “rivoluzione silenziosa” di Papa Francesco tocca anche le cucine del Vaticano con Regina Tchelly, guru dell’arte del riciclo e fautrice del progetto “favela organica” che insegnerà agli chef vaticani il gusto di una cucina antispreco fatta con bucce di frutta, radici di verdura, semi e altri scarti che usualmente finiscono in pattumiera. Piatti sani che permettono di risparmiare e di non sfruttare le risorse del pianeta.

L’invito del Pontefice arriva dopo il suo viaggio in Brasile dove è venuto a conoscenza del progetto ristorante di Regina. La cuoca, infatti, si diletta ai fornelli nella favela Babilonia, una delle più povere di Rio de Janeiro. Il desiderio del Papa di “istruire” i cuochi del Vaticano rientra in un disegno più ampio: quello di portare lo Stato Pontificio all’autosufficienza alimentare trasformando una parte dei giardini vaticani in orti da coltivare. Per questo progetto di riorganizzazione e razionalizzazione dei terreni, Papa Francesco ha chiesto consiglio a Carlo Petrini; fondatore di Slow Food, associazione no-profit che ha l’obbiettivo di promuovere una cultura gastronomica basata sul cibo buono, pulito e giusto.

fonte: winenews.it

Ufficio Stampa Vinoway > Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.