Log in

Lettera di Maietta ai soci AIS Lazio: "L'AIS è unica e indivisibile"

Lettera di Maietta ai soci AIS Lazio: "L'AIS è unica e indivisibile" Lettera di Maietta ai soci AIS Lazio: "L'AIS è unica e indivisibile"
Cari Colleghi e Soci AIS del Lazio,

sulla base degli eventi accaduti nei giorni scorsi mi preme fare un po' di chiarezza sulle norme più significative che regolano i rapporti tra l'Associazione Italiana Sommelier e i suoi Soci, e tra questa e le Associazioni regionali, quelle che comunemente definiamo le nostre "costole periferiche". Detto proprio così, poichè ad alcuni è apparsa denigratoria questa definizione, mentre è un termine di uso comune al nostro interno per definire le strutture che operano al di fuori della Sede Centrale.

Le richieste pervenute sono molteplici, mi perdonerete quindi se, per cercare di rispondere a tutte le domande, questa comunicazione non è proprio sintetica. Per accompagnare correttamente il mio commento, ho messo in evidenza in rosso e in corsivo i passaggi più significativi dell’Articolo 13 dei nostro Statuto, quello che regola le Associazioni “periferiche”, 

Inizio col dire che l’Associazione Italiana Sommelier è, da Statuto, unica e indivisibile; per praticità, e per essere più vicina al Socio, opera sul territorio nazionale attraverso 22 Associazioni regionali o territoriali che hanno autonomia fiscale e amministrativa, ma sono soggette alle linee guida e al controllo dell'AlS Nazionale. Non possono, insomma, intraprendere scelte che non siano in sintonia con l’organo nazionale. 
L' Associazione Italiana Sommelier opera sul territorio nazionale per mezzo di Associazioni regionali/Territoriali costituite in Conformità ai principi stabiliti dallo Statuto e dal Regolamento di attuazione e secondo le Direttive del Consiglio Nazionale.   
Le Associazioni regionali hanno tutte uno Statuto pressoché identico ed eventuali modifiche devono essere approvate in via preventiva dal Consiglio Nazionale. 
Lo Statuto delle Associazioni regionali/territoriali deve essere uniformato al modello Deliberato dal Consiglio Nazionale e allegato al Regolamento d'attuazione. Detto modello non è modificabile salvo integrazioni effettuabili a livello locale, solo con il consenso del Consiglio Nazionale. 
Quando un Socio entra nel circuito AIS, ovunque questo avvenga, sottoscrive prioritariamente l’adesione all’ Associazione Italiana Sommelier e, in subordine, per praticità di gestione della sua  posizione, viene assegnato ad una “costola periferica”, quella dell’area geografica dove ha dato la prima adesione; normalmente questo avviene nel luogo dove il Socio si iscrive al corso. Non si può quindi essere Soci di un’Associazione regionale senza essere Soci dell’AIS Nazionale. 

Un’Associazione regionale di conseguenza non può operare in modo disgiunto dall’ AIS Nazionale. 
Il Socio che aderisce all ’Associazione Italiana Sommelier è automaticamente iscritto all'Associazione regionale/territoriale presso la quale si è iscritto per la prima volta. 
In seguito avrà poi facoltà di richiedere il passaggio ad un’ altra Associazione regionale. 
Qualora il Socio voglia cambiare Associazione regionale/territoriale, deve Comunicare la sua intenzione alla Sede Nazionale a mezzo lettera raccomandata con ricevuta di ritorno (o mezzo equipollente), specificando la nuova Associazione regionale/territoriale di appartenenza. Il cambio avrà effetto dal 1 gennaio successivo alla data di ricevimento della comunicazione. 
Parliamo ora di quote. La quota di iscrizione annuale all’ Associazione Italiana Sommelier è di Euro 80, che devono essere versate al momento dell’adesione. Per chi aderisce per la prima volta all’AIS nell’ ultimo trimestre dell’anno, la quota ha valore per l'anno successivo, ma i benefici iniziano ad  essere erogati da subito. Il termine di rinnovo per non perdere i benefici associativi e lo status di socio è il 28 febbraio dell’anno successivo, come vedete non c’è alcuna fretta di correre a rinnovare la quota entro pochi giorni.

Le Associazioni regionali non hanno facoltà di istituire quote associative aggiuntive rispetto alla quota nazionale. Possono tuttavia richiedere un contributo per beneficiare di particolari agevolazioni, come ad esempio ingressi scontati o gratuiti per eventi o manifestazioni. Questi Contributi non possono essere richiesti per ottenere i benefici già erogati dall’ AIS Nazionale, come ad esempio la Guida dei Vini o la Rivista, e neppure per partecipare al Corso di Formazione, per il quale la quota di adesione è già onnicomprensiva. 
Le Associazioni regionali/territoriali possono richiedere al Socio il versamento di contributi specifici a loro favore. Detti contributi specifici devono essere esplicitamente Collegati alla fruizione di prestazioni effettuate sempre in conformità alle finalità istituzionali e diverse da quelle erogate dall ’AIS nazionale.
Quota associativa dell’AIS (80 Euro) ed eventuali contributi regionali devono essere chiaramente distinti e, possibilmente, incassati separatamente. Proprio per evitare confusione. Nel dubbio suggeriamo di rinnovare la quota di adesione all’ Associazione Italiana Sommelier direttamente attraverso il seguente link al sito ufficiale dell’AIS: http:www.aisitalia.it/soci.aspx
Inoltre devono essere sempre tenuti ben distinti, anche a livello di comunicazione e immagine, dalla Quota associativa dell ’Associazione Italiana Sommelier.
Inoltre questi contributi aggiuntivi non sono obbligatori per i Soci. È evidente che chi decidesse di non pagare questo contributo non potrà pretendere l’erogazione di servizi aggiuntivi. Tuttavia i contributi aggiuntivi possono essere versati anche in una fase successiva, al momento di beneficiare di questi servizi aggiuntivi. In ogni caso, si ribadisce che il Corso di Formazione non rientra nella casistica. E sarebbe ingiusto del resto far pagare una quota aggiuntiva a chi il Corso l'ha già terminato, oppure a chi non usufruisce di prestazioni aggiuntive. 
In ogni caso il Socio sarà sempre libero di versare o meno detti contributi specifici, rimanendo conseguentemente escluso, in caso di mancato versamento, dalla fruizione delle prestazioni aggiuntive.
Questo è un periodo abbastanza impegnativo e denso di impegni per tutti voi, abbiamo pertanto pensato di organizzare una riunione dei Soci del Lazio subito dopo le vacanze natalizie. Cercheremo di essere il più tempestivi possibile nel comunicare la data e il luogo. 

Con certezza da gennaio ripartiremo nuovamente con i corsi ufficiali dell’Associazione Italiana Sommelier a Roma e in tutta la Regione Lazio, garantendo a chi ha iniziato e non ancora terminato il percorso didattico AIS la validità della pregressa fase formativa. L’attestato AIS sarà quindi rilasciato esclusivamente a chi completerà il percorso didattico AIS e supererà l’esame finale. I docenti saranno quelli dell’Associazione Italiana Sommelier, tra cui il sottoscritto Presidente nazionale, il Vice Presidente nazionale Roberto Bellini e la Responsabile nazionale dell’Area Formazione AIS Rossella Romani, il collega di Roma Armando Castagno e molti altri ancora della vostra Regione che hanno deciso di restare in AIS.

Contiamo anche sull’ opportunità che vengano restituite le quote a quanti è stato promesso un percorso formativo con l' AIS e si trovano oggi davanti ad una prospettiva diversa. Per quanto riguarda invece l’esistenza di un attestato da Sommelier con caratteristiche e prerogative diverse da quello attualmente rilasciato dall’AIS, non siamo a conoscenza della sua esistenza. 

Vi ricordo infine che, per qualsiasi richiesta di informazioni potete inviare una mail all’ indirizzo Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure contattare Maristella Mangiarotti, responsabile delle relazioni esterne di AIS, al numero 02 2846237 - 2846238 interno 4. 

Nella speranza di essere stato sufficientemente esaustivo, invio a tutti voi un cordiale saluto, unitamente agli Auguri più sinceri per le imminenti festività e l’abbraccio dei colleghi di tutta Italia.
Antonello Maietta
Ultima modifica ilLunedì, 16 Dicembre 2013 19:12

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.