Log in

Il calice della fertilità, è più facile restare incinta per chi beve moderate quantità di vino

Il calice della fertilità, è più facile restare incinta per chi beve moderate quantità di vino static.pourfemme.it
La medicina rivaluta il buon vino. e dopo aver scoperto che un bicchiere di rosso ai pasti allontana i segni del tempo, rivela adesso che un po' di alcol aiuta le donne anche a rimanere incinte. va subito precisato che gli effetti positivi si manifestano quando la bevanda è assunta in quantità piccole (non più di un bicchiere durante i pasti), che gli eccessi danneggiano il fegato e, nelle donne che aspettano un figlio, possono compromettere lo sviluppo del feto. ma, una volta adottate le cautele del caso, uno studio condotto dal centro danese di epidemiologia di copenaghen mostra che il vino è un ottimo alleato per le coppie che desiderano un bambino.
La ricerca, pubblicata sulla rivista Human Reproduction, ha analizzato le abitudini di oltre trentamila donne e ha poi misurato la loro fecondità, cioè il tempo che impiegavano a restare incinte. All' ultimo posto si sono piazzate le astemie. Le bevitrici di birra e superalcolici sono andate un po' meglio, ma sono state a loro volta surclassate dalle donne che preferiscono il vino o che consumano tutti i tipi di alcolici: la metà di loro è rimasta incinta entro due mesi dall' inizio dello studio. STILE DI VITA Se il risultato è chiaro, la spiegazione del fenomeno lo è molto meno. I medici danesi dicono che un ruolo potrebbe averlo il potere antiossidante del vino, che fa bene un po' a tutti gli organi e potrebbe rinvigorire anche utero e ovaie. E' d' accordo Nicola Natale, primario di ostetricia e ginecologia all' Ospedale di Lecco: «La miscela di sostanze della bevanda potrebbe agire in senso positivo». Ma può anche darsi, sostengono gli autori dello studio, che l' abitudine a bere vino sia indice di uno stile di vita e di abitudini sessuali più propizi al concepimento. Non a caso, fra le cause più frequenti di infertilità ci sono proprio le abitudini di vita, sempre meno favorevoli alla maternità. Per esempio, aumenta l' età in cui le coppie decidono di avere figli e un articolo pubblicato sulla rivista British Medical Journal spiega che le donne fra i 35 e i 39 anni hanno una fertilità dimezzata rispetto a quelle fra i 19 e i 26 anni. LE CAUSE A ridurre le chance concorrono poi il fumo (certamente più diffuso oggi di un tempo, soprattutto nel sesso femminile) e l' abitudine a portare abiti troppo stretti. E ancora: la magrezza eccessiva, oppure l' obesità e l' attività sportiva troppo intensa, che altera gli equilibri ormonali. Il risultato è che la sottofertilità, intesa come la difficoltà a concepire un bambino dopo almeno un anno di tentativi, aumenta. «Trent' anni fa solo il 5 per cento delle coppie aveva problemi. Oggi sono salite al 20 per cento» esemplifica Nicola Natale.

Fonte: archiviostorico.corriere.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.