Log in

Friuli all'undicesimo posto in Italia per la produzione

La nostra regione si conferma votata alla produzione di qualità. I bianchi si confermano come il cuore delle viticoltura nostrana, in misura tre volte superiore ai rossi.
Il Friuli Venezia Giulia si conferma all'undicesimo posto in Italia per la produzione di vino, in base all'analisi delle vendemmie degli ultimi 5 anni, con un valore medio produttivo di 1.205.000 ettolitri.  Nella graduatoria precede di misura il Trentino Alto Adige, fermo a 1.175.000 ettolitri.

Lo ha reso noto la Senaf, che ha rielaborato dati Istat in occasione del Convegno Viticoltura Enologia in programma oggi a Padova. La viticoltura Friulana, tradizionalmente vocata a una produzione di qualità, nell'ultimo anno ha convertito quasi tutta la viticoltura alla produzione di vino Doc/Docg che ora raggiunge il 90.6% del totale, lasciando ai vini Igt, in calo del 84%, il 9%, relegando così ai margini i vini da tavola.
I DANESI IMPAZZISCONO PER IL VINO FRIULANO

I bianchi si confermano - sempre secondo Senaf - cuore della viticoltura friulana (73,6%, +6%); i rossi calano del 9% (23,5%). Nella produzione Doc, Prosecco ha la maggior parte della viticoltura friulana (72%). Tra le Doc autoctone del Friuli, più importante è Friuli grave (12,65%) seguito da Colli Orientali del Friuli (4,56%), Collio (3,35%) e Friuli Isonzo (2,95%).Tra le province, la maggior produzione è a Pordenone (630.678 ettolitri), poi Udine (460.864), Gorizia (179.189) e infine Trieste (10.247).

Fonte: udinetoday.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.