Log in

Ecco come crescono i limoni nella "Terra dei Fuochi"

Ecco come crescono i limoni nella "Terra dei Fuochi" tg24.sky.it
E’ un agrume ma ha la forma di un polipo. E’ stato raccolto in un terreno a valle del comune di Terzigno. E non è l’unico. Ma l’assessore regionale all’Agricoltura assicura: “Nessuna contaminazione, è colpa di un acaro, non dei rifiuti”.
Il comitato anti-discarica di Terzigno ha denunciato la comparsa di agrumi dalle forme stranissime, che sarebbero stati raccolti in un terreno a valle del Paese da mesi al centro delle cronache per il problema rifiuti. Come il limone deforme a forma di polipo che mostra la foto qui a lato.

L'assessore regionale all'Agricoltura della Regione Campania Vito Amendolara è però subito intervenuto escludendo qualsiasi legame con l’emergenza rifiuti e con una possibile contaminazione dell’aria. "Dai primi dati in nostro possesso - sottolinea Amendolara - possiamo escludere qualsiasi nesso tra questo fenomeno e la presenza della discarica, tra l'altro molto distante dalla proprietà in questione. Secondo i nostri esperti si tratta di una forma parassitaria, causata da un acaro eriofide, 'Eriophydes sheldoni', detto delle meraviglie, che vive principalmente sulle piante di limoni, si deposita sulle gemme e provoca questo tipo di deformazioni nel frutto". E aggiunge: "Paradossalmente questi parassiti si formano proprio nel caso di piante assolutamente non trattate, tanto che si potrebbe definire questo limone, anche se strano da vedersi, un prodotto 'biologico'”.

Nessun allarme dunque. E, stando a quanto afferma Amendolara, tutto sotto controllo: "L'Osservatorio sulla sicurezza alimentare, che monitora costantemente i nostri prodotti, garantisce che non ci sono preoccupazioni. Lo stesso ARPAC ha già scongiurato qualsiasi forma di contaminazione. La nostra regione è quella che, più di altre, controlla e monitora tutta la filiera agroalimentare. Le emergenze sono sotto controllo, e circoscritte, non c'è alcun allarme che, in questo momento, metta in discussione la qualità e la sicurezza dei nostri prodotti", conclude Amendolara.

Fonte: tg24.sky.it
Ultima modifica ilGiovedì, 12 Dicembre 2013 09:13

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.