Log in

Laura Boldrini promuove la cozza tarantina

Boldrini, Nardoni, Vendola, Cozza Tarantina Boldrini, Nardoni, Vendola, Cozza Tarantina
La presidente della Camera dei Deputati diventa testimonial della genuinità della cozza tarantina, una delle eccellenze pugliesi.

Durante la visita al Salone dell’Agroalimentare all’interno della Fiera del Levante di Bari, la presidente della camera dei Deputati, Laura Boldrini, ha potuto degustare una delle tipicità della tavola pugliese, la cozza tarantina.

Accompagnata nel tour enogastronomico da Nichi Vendola, Presidente della Regione Puglia, e dall’assessore alle Risorse Agroalimentari della Regione Puglia, Fabrizio Nardoni, Laura Boldrini ha inviato un segnale che diventa carica positiva per un intero territorio, oggi famoso più per le tristi vicende legate all'ILVA che per le eccellenze enogastronomiche che produce.

Taranto, città dei due mari, con la sua provincia rappresenta un’area  produttiva che merita uno spazio ed una ribalta importanti all'interno dell'agroalimentare italiano, lo sottolineano le parole dell’assessore Nardoni: "Di fronte al dramma che vive quella categoria si è trattato semplicemente di un piccolo gesto simbolico di riconoscibilità, di onore sul campo per i mitilicoltori tarantini da tempo sotto l’effetto devastante di una condizione di precarietà dell’ambiente che vive tutto il territorio tarantino. Un anello debole che per la prima volta torna ad essere alla ribalta, com’è giusto che sia, per la bontà di un prodotto unico al mondo e che come Taranto merita di essere rispettato".

La cozza tarantina è alla base dell’economia e della storia della città dei due mari. Nasce storicamente nel Mar Piccolo di Taranto, in Puglia, in corrispondenza di alcune sorgenti sottomarine di acqua dolce chiamate "citri", e proprio questo particolare ambiente marino, in cui acqua dolce e marina si mescolano, rendono il suo gusto particolare e unico al mondo. 
Ultima modifica ilSabato, 21 Settembre 2013 15:59

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.