Log in

Prossimo Consiglio informale dei Ministri dell’agricoltura (8-10 settembre)

Bandiera Europea aiol.it Bandiera Europea
Principale oggetto di discussione sarà il futuro dell’agricoltura a conduzione familiare.
Si terrà a Vilnius dall’8 al 10 settembre il Consiglio Informale dei Ministri dell’Agricoltura in vista delle iniziative che saranno organizzate per il 2014, dichiarato dalle Nazioni Unite Anno internazionale dell’agricoltura a conduzione familiare.

La Presidenza lituana ha individuato tre priorità per promuovere lo sviluppo di tale tipo di agricoltura:
  • sottolinearne il valore quale modello per realizzare una crescita intelligente, sostenibile e inclusiva;
  • creare un quadro istituzionale favorevole;
  • rafforzare l'agricoltura a conduzione familiare all'interno della catena di approvvigionamento alimentare.
Il dibattito dovrebbe vertere sulle seguenti questioni:
  • in che misura azioni politiche (sia a livello UE che nazionale e regionale) possono migliorare la sostenibilità delle aziende agricole a conduzione familiare e qual è il ruolo del governo nazionale nel sostenere l'innovazione;
  • quali sono le misure esistenti (a livello nazionale e regionale) per sostenere la redditività a lungo termine delle aziende a conduzione familiare (incluso il trasferimento di terreni e l'accesso al capitale);
  • quali misure potrebbero essere utilizzate a livello UE, nazionale o regionale per promuovere le filiere corte e i sistemi agroalimentari locali.
Nel corso della riunione si discuterà inoltre delle questioni ancora in sospeso in merito alla riforma della PAC (gli aspetti legati al Quadro Finanziario Pluriennale 2014-2020 quali il capping e la degressività dei pagamenti diretti) e alle norme transitorie per il 2014, con l’obiettivo della loro entrata in vigore nel 2014.

La DG AGRI terrà una conferenza sul tema dell’agricoltura a conduzione familiare il prossimo 29 novembre a Bruxelles

fonte: aiol.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.