Log in

Cantina 'in rosa' Montalcino premia Linda Laura Sabbadini

Cantina in rosa Cantina in rosa
Il Premio Casato Prime Donne 2013 a Linda Laura Sabbadini. Direttore Istat ha denunciato femminicidio,rivelando dimensioni violenza su donne.


Il premio Casato Prime Donne 2013 riaccende i riflettori sull’emergenza sociale del femminicidio, con una donna uccisa ogni due giorni e mezzo in Italia. A Montalcino il Premio Casato Prime Donne viene assegnato al direttore Istat Linda Laura Sabbadini che ha fornito una nitida fotografia del femminicidio sul territorio nazioanle rinnovando i sistemi di rilevazione dei fenomeni sociali e di genere nel nostro Paese.

Nel 2006 la indagine Istat sulla violenza alle donne da lei diretta, produsse un vero shock in Italia. Fino ad allora, infatti, tutti stimavano il fenomeno in base alle denunce presentate, mentre la Sabbadini rivelò che quella era solamente la punta di un iceberg, perché solo il 7% dei casi arriva alle forze dell’ordine mentre il sommerso ha dimensioni enormi: 6.700.000 donne oggetto di violenza fisica o sessuale, 10 milioni se si considerano anche le violenze psicologiche, un milione di donne con un passato di stupri o tentati stupri. La scelta di Linda Laura Sabbadini vuole porre l’accento su questo argomento e sostenere quanti studiano e contrastano la violenza sulle donne, nella consapevolezza della gravità e dell’enorme portata sociale e persino economica del fenomeno per il quale si stimano costi diretti e indotti di 2,4 miliardi di euro.

"La violenza sulle donne si annida nello squilibrio delle relazioni tra i sessi e nel desiderio di controllo, possesso e dominio da parte maschile. E' un fenomeno strutturale che per essere eliminato ha bisogno di un’azione politica sistematica e continua" dice Linda Laura Sabbadini. "Più i dati ufficiali riescono a far conoscere la realtà, più è possibile intervenire per modificarla" - continua Sabbadini - "ciò è prezioso per i decisori che possono individuare le politiche adeguate 

Il Premio Casato Prime Donne si svolge a Montalcino ed è giunto quest’anno alla 15/ma edizione. Punta ad onorare le donne e quanti divulgano il territorio di Montalcino con la fotografia e il giornalismo. Il principale riconoscimento viene assegnato a donne che valorizzano la presenza femminile nella società e nel lavoro. Fra le vincitrici Kerry Kennedy, paladina dei diritti umani, le suore Cabriniane, primo ordine missionario femminile, le volontarie del Telefono Rosa che aiutano le donne oggetto di violenza, l’olimpionica Josefa Idem, la virologa Ilaria Capua, l'astronauta Samantha Cristoforetti, la mecenate della cultura Carla Fendi, il sindaco della Locride Maria Carmela Lanzetta.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.