Log in

Gran Galà della Ristorazione a Ruvo di Puglia, con Anna Moroni madrina delle eccellenze pugliesi.

Gran Gala Ristorazione a Ruvo di Puglia lsdmagazine.com Gran Gala Ristorazione a Ruvo di Puglia
Un’occasione per dare il giusto spazio alla gastronomia di qualità della Murgia Barese e della Puglia più in generale, con Anna Moroni ospite d’eccezione tra serate dedicate alla pizza, alla pasta ed alla pasticceria.


Dal 30 agosto al 1 settembre nella cornice dell’ex convento dei Domenicani di Ruvo di Puglia, Bari, si è svolta la seconda edizione del Gran Galà della Ristorazione organizzata dall'Accademia Italiana di Gastronomia Storica e dall’Agenzia Double-P Communication .

Un’occasione per dare il giusto spazio alla gastronomia di qualità della Murgia Barese e della Puglia più in generale, con Anna Moroni, personaggio televisivo e cuoco, ospite d’eccezione nelle serate dedicate alla pizza, alla pasta ed alla pasticceria.

Alla cena di Gala del 1 settembre tanti sono stati gli ospiti che hanno partecipato e che hanno potuto conoscere meglio gli organizzatori, le aziende ed i partner che hanno reso possibile l’evento.

A Paolo Pinto e Santino Gadaleta il compito di presentare ai numerosi commensali sia gli chef Luca Cappelluti del Ristorante Convivio di Ruvo di Puglia, Giandomenico Berardi e Paolo Barardi, sia le aziende “Granoro” con la pasta “Delicato”, “Attilio” con i sughi, “Berardi” che oltre al catering ha proposto pasticceria d’elite, l’ "Oleificio Mazzone" ed il “Birrificio Castel del Monte”.

Altri partner della manifestazione sono stati Ruvo di Puglia Web, Bellavita in Puglia, Lsd Magazine, Oraviaggiando, AM Apulia Magazine, Vinoway e Bariland.

Eventi come questo rappresentano sempre una valida occasione per promuovere le peculiarità di un territorio, per permettere ai cittadini locali di riappropriarsi delle proprie tradizioni ed ai turisti di conoscere meglio i prodotti tipici per poterne parlare e farli conoscere successivamente, anche in giro per il mondo.

Tra uno sformatino di bietoline con crema di caciocavallo, delle rose di raviolo su pomodorino fresco, fettine di agnello in crosta di mandorla e un dolce in crema al cioccolato bianco pralinato, i commensali hanno potuto conoscere un po’ più da vicino, grazie alle parole dei numerosi interventi moderati dai presentatori, la realtà di Ruvo di Puglia, città collocata nella parte nord della provincia di Bari, in un’area pugliese ricca di storia, di cultura e di gastronomia, con le sue cattedrali romaniche, il parco nazionale dell’Alta Murgia e le tradizioni culinarie legate al lavoro contadino ed ai prodotti genuini.

Olio extravergine aromatizzato all’arancia, vino Nero di Troia, formaggi, pasta e verdure. Tutto davvero molto buono.

In ottica di sviluppo futuro, una mancanza dobbiamo sottolinearla, anche per istigare gli organizzatori a fare sempre meglio e prestare un occhio di riguardo a tutto ciò che favorisce il convivio.

Abbiamo notato l’assenza del pane, ed a maggior ragione in quella che è considerata la patria di questo prodotto ci si aspettava di trovarlo a tavola per poter gustare l’olio extravergine d’oliva, magari proprio il Pane di Altamura che è stato il primo in Europa a fregiarsi del marchio DOP nella categoria merceologica ''Panetteria e prodotti da forno''.  Il pane a tavola è una delle regole non scritte della buona accoglienza dei commensali.

Così come fa parte delle regole di buona accoglienza il favorire il convivio, lasciando più spazi liberi da musica troppo alta ed interviste, così da permettere agli ospiti di poter scambiare opinioni a tavola.

foto: lsdmagazine.com
Ultima modifica ilLunedì, 02 Settembre 2013 17:39

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.