Log in

Regolamento di esecuzione (UE) che modifica il regolamento (CE): DOP, IGP, STG, etichettatura e presentazione di prodotti vitivinicoli

A seguito dell’adesione della Croazia all’Unione europea, è stato necessario modificare il regolamento su commercializzazione ed etichettatura.
È stato pubblicato il Regolamento di esecuzione (UE) n. 753/2013 della Commissione, del 2 agosto 2013, che modifica il regolamento (CE) n. 607/2009 recante modalità di applicazione del regolamento (CE) n. 479/2008 del Consiglio per quanto riguarda le denominazioni di origine protette e le indicazioni geografiche protette, le menzioni tradizionali, l’etichettatura e la presentazione di determinati prodotti vitivinicoli.

A seguito dell’adesione della Croazia all’Unione europea, è stato necessario modificare il regolamento 607/09 per permettere che i vini prodotti in Croazia fino al 30 giugno 2013 incluso, conformi alle disposizioni applicabili in Croazia a tale data, possano continuare ad essere commercializzati fino a esaurimento delle scorte, nonostante la normativa in vigore in Croazia prima dell’adesione non contenesse disposizioni relative a DOP, IGP e all’etichettatura dei prodotti vitivinicoli corrispondenti alle disposizioni del diritto dell’Unione.

Inoltre, i nomi di varietà di uve da vino e i loro sinonimi «Aglianico crni», «Nebbiolo», «Primitivo», «Rajnski rizling», «Radgonska ranina», «Sangiovese», «Stajerska belina», «Stajerka» e «Vermentino», potranno figurare sull’etichetta di un prodotto croato a denominazione di origine protetta o a indicazione geografica protetta.

fonte: aiol.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.