Log in

È Forte questo Gavi 2013

Presentazione del Gavi Docg 2012.
Il territorio in cui nasce il Gavi DOCG custodisce alcune “gemme” artistiche che, il 12 maggio, verranno svelate al pubblico. Epicentro della manifestazione il maestoso Forte medievale, dove ad attendere turisti e wine-lover ci saranno degustazioni della nuova annata del Gavi DOCG e piatti piemontesi e liguri.

Per tutta la giornata i produttori riuniti nel Circuito Golden Gavi offriranno in degustazione il Gavi DOCG 2012: per appassionati e wine-lover sarà l’occasione per confrontarsi, commentare e scoprire curiosità sul vino e sul territorio a diretto contatto con i produttori.

L’ingresso al Forte di Gavi è libero, mentre la degustazione è a pagamento: i 10 euro del biglietto (con lo speciale bicchiere “Golden Gavi” in omaggio) verranno devoluti in beneficenza all’associazione “Amici del Forte” per le opere di restauro del Forte e al Convento francescano di Gavi.


Piemonte e Liguria s’incontrano a tavola

Le degustazioni di Gavi DOCG saranno accompagnate da un’originale incontro gastronomico, chiamato a celebrare il ruolo di luogo di passaggio fra Piemonte e Liguria da sempre rivestito da Gavi e dal suo territorio: l’ampio cortile e la panoramica balconata del Forte saranno punteggiati da banchi d’assaggio di produttori locali, pronti a far scoprire l’eccellenza della tavola delle due regioni.

Dalla panissa ligure alla focaccia di Gavi al formaggio, passando per i salumi della Val Borbera, i tradizionali formaggi di latte di capra e la testa in cassetta (presidio Slow Food), fino agli amaretti di Gavi e alle fragole al Gavi DOCG, i turisti avranno modo di fare un immaginario viaggio tra i due versanti dell’appennino ligure, tra colline e mare.

Gavi Città Aperta

Se sarà il Forte a ospitare la “festa” per il Gavi DOCG 2012, il resto del paese e i centri nelle più immediate vicinanze aprono palazzi, chiese e monumenti generalmente chiusi alle visite in occasione di “Gavi Città Aperta”, organizzata dall’associazione “Amici del Forte” (Punti di informazione presso il Palazzo del Comune e in Piazza Dante).

La rassegna, prevede l’apertura al pubblico (dalle 10.00 alle 12.30, poi dalle 15.00 alle 19.00) della Parrocchiale di San Giacomo –  dalla facciata in purissimo stile romanico e custode di importanti affreschi – e degli Oratori e delle Confraternite.

Particolarmente interessante il Portino degli Orti, l'unica superstite delle quattro porte, di accesso al borgo, di un sistema difensivo basato sulle mura che scendevano dal Forte e che circondavano l'intero abitato di Gavi.

Tra i palazzi da visitare il Palazzo del Capitano, Palazzo Pinelli Gentile – Serra, Palazzo Reggio – Romano, Palazzo Baciocchi – Gropallo, Palazzo Da Passano. E poi l’invito a percorrere la panoramica strada Lomellina, con la vista sulle colline e sulle splendide ville rinascimentali, al centro di vaste tenute, sontuose dimore tutte di proprietà privata.

Quest’anno hanno aderito alla manifestazione anche il Comune di Voltaggio – con Palazzo Scorza e gli Oratori – e il Comune di Parodi – visitabile l’antica Abbazia di S. Remigio, riaperta al pubblico dopo il restauro.

Ad animare le visite, la Junior Classica (l’Orchestra dei ragazzi della Classica di Alessandria) propone, all’interno di alcuni palazzi nobiliari e oratori, piccole formazioni cameristiche che si esibiranno in brevi concerti: l’evento musicale culminerà con un concerto in programma alle 17.30 nell’Oratorio dei Bianchi.

Circuito Golden Gavi

Uniti sotto lo slogan “Dalla terra al bicchiere”: promozione del vino, ma anche del territorio d’origine e della sua secolare tradizione di “terra da vino”.

Il Circuito Golden Gavi è nato nel 2010 per unire in un’azione di valorizzazione del Gavi DOCG e della zona di produzione alcune aziende del territorio di Gavi, in provincia di Alessandria.

“Dalla terra al bicchiere” è lo slogan scelto dal Circuito per sottolineare l’approccio delle aziende associate alla produzione del Gavi DOCG, tutte impegnate a seguire direttamente l’intero percorso produttivo del loro vino.

Oltre alla promozione del Gavi DOCG, il Circuito è impegnato nella valorizzazione turistica del territorio: i vigneti, i boschi e gli angoli di natura ancora incontaminata sono il teatro naturale di sentieri escursionistici che, toccando le aziende del Circuito, permettono ai wine-lover e ai turisti di assaporare pienamente il “gusto” del territorio.

Il radicamento nel territorio è testimoniato, poi, dalla speciale iniziativa datata 2010, con la quale i nove produttori hanno “adottato” la vigna storica del Forte di Gavi, messa a dimora negli Anni Venti come sperimentazione contro la fillossera.

Il Circuito unisce: Binè (Novi Ligure), Castellari Bergaglio (Gavi), La Chiara (Gavi), Fontanassa (Gavi), La Mesma (Gavi), Il Poggio (Gavi), Tenuta San Pietro (Tassarolo), Marchese Luca Spinola (Gavi).

Fonte: comunicato stampa.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.