Log in

Gli studenti del Culinary Institute of America di New York in visita del Consorzio Produttori Vini

The Culinary Institute of America, il più importante istituto culinario del mondo è per la prima volta in Puglia e sceglie il Consorzio Produttori Vini come esempio di valido esercizio della cooperazione in agricoltura.

Il 27 febbraio i 25 studenti statunitensi insieme al loro professore, visiteranno la Cooperativa manduriana, una vera lezione in Cantina per capire la struttura, il modello di aggregazione che funziona da oltre 80 anni, approfondendo così la conoscenza sul rinomato Primitivo di Manduria - ormai un ‘must’ in America - e tutto ciò che è correlato al suo processo di produzione.

Inoltre la visita si estenderà all’annesso Museo della Civiltà del Vino Primitivo, fiore all’occhiello della storica Cantina manduriana, dove potranno conoscere ed apprezzare il nostro patrimonio tradizionale e culturale, legato al mondo agricolo e al vino Primitivo che sarà degustato sia nella tipologia DOC che dolce naturale DOCG.

L’interesse dell’Istituto americano verso il Mezzogiorno e la Puglia in particolare (per anni hanno visitato esclusivamente le regioni del nord Italia, come dichiara l’Agenzia organizzatrice Effetto di Roma) è sicuramente un segnale che deve stimolare il nostro territorio, colpisce negli americani, infatti, la capacità di fare impresa con successo, anche se di piccole dimensioni.
_____________________________________________________________________________

The Culinary Institute of America (CIA)  ha sede ad Hyde Park, New York, è considerata la miglior scuola di culinaria del mondo, è stato fondato nel 1946 a New Haven da Frances Roth e Katharine Angell per fornire un training culinario e quindi opportunità occupazionali ai veterani della seconda Guerra Mondiale. La scuola incominciò i suoi corsi con 50 studenti: dopo 70 anni di attività, oggi il Campus ne ospita circa 2.400, che frequentano i normali corsi di diploma, e oltre 3000 che frequentano corsi di post diploma.

Fonte: Comunicato stampa.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.