Log in

Bit 2013: tra le nuove frontiere professionali del turismo c'è l'enogastronomia

Enogastronomia, natura, avventura: sono queste le nuove frontiere professionali del turismo. E’ quanto emerge dai seminari di “Bit 2013”, la Borsa Internazionale del Turismo di scena a Milano (da ieri al 17 febbraio; www.bit.fieramilano.it). In un momento di stasi nel mercato del lavoro, infatti, il turismo offre numerose prospettive professionali.

Secondo l’Organizzazione mondiale del turismo, il ritmo di crescita nel settore si manterrà tra il 3 e il 5% a livello mondiale anche nei prossimi anni. E tra i turismi tematici, cresce l’attenzione per il viaggio enogastronomico: ecco dunque impennarsi la richiesta di figure specializzate legate al food & beverage.

Chef, ma non solo. Molto ricercati anche sommelier e le “identità di sala”, personale capace di offrire un servizio personalizzato di altissimo livello direttamente ai tavoli, e aumenta anche la ricerca di figure professionali per la ricettività. Il requisito più ricercato? L’internazionalità, fondamentale per affrontare un mercato che vede sempre più i flussi di viaggiatori provenire dalle economie emergenti, come i Brics (Brasile, Russia, India, Cina, Sudafrica).
E anche nell’industria turistica cresce il peso del “dietro le quinte”, il cosiddetto back office. Qui sono in particolare le figure specializzate nell’on line e nei social network a tirare la volata: esperti di tecniche di comunicazione applicate all’on line tourism, manager che valorizzano in chiave business Facebook e gli altri social, esperti di reputation e di corporate storytelling.

Fonte:winenews.it
Ultima modifica ilGiovedì, 21 Febbraio 2013 07:28

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.