Log in

Francia, vino rosso proibito ai donatori di sangue.

Niente vino o bevande alcoliche in pasti o spuntini offerti ai donatori di sangue dopo il prelievo. Sono le nuove regole dell’ente francese per il sangue (l’Etablissement français du sang, Efs), in vigore dal primo gennaio, che hanno però creato qualche malumore.

A protestare, in particolare, l’associazione dei donatori di Chagny, città vicina a celebri vigne, che da 31 anni offre ai donatori, ad ogni raccolta di sangue, un pasto completo, accompagnato da importanti vini del luogo, riporta il giornale on line ‘Le Quotidien du medicin’.

Il presidente spiega che si tratta di un’esagerazione che rischia di farà diminuire i donatori.

Una ‘tradizione’ quella dell’associazione della Regione di Saône-et-Loire che richiama molti donatori. Il divieto di servire alcol dopo la donazione è legato ai maggiori rischi di malesseri e di cadute.

Ma per Jean-Paul Garnier, presidente dell’associazione contraria alle nuove regole, si tratta di un’esagerazione che rischia di farà diminuire i donatori e per questo si dice pronto a sfidare il divieto perché “non è normale offrire un pasto senza una goccia di vino”.

Fonte: qn.quotidiano.net
Ultima modifica ilMartedì, 15 Gennaio 2013 07:42

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.