Log in

Il primo formaggio risale a 7.500 anni fa

A rivelarlo agli scienziati sono stati i frammenti di 34 vasi di terracotta perforata, scoperti in Polonia e risalenti al VI millennio a.C: i vasi furono utilizzati per fare il formaggio, come si legge su uno studio dell'Università di Bristol pubblicato su 'Nature'.

Il formaggio è un alimento 'vecchio' 7.500 anni. A rivelarlo agli scienziati sono stati i frammenti di 34 vasi di terracotta perforata, scoperti in Polonia e risalenti al VI millennio a.C: i vasi furono utilizzati per fare il formaggio, come si legge su uno studio pubblicato su 'Nature'.

I risultati della ricerca rappresentano la prima prova diretta della produzione di formaggio e sottolineano l'importanza del vasellame in ceramica per la lavorazione di prodotti lattiero-caseari, e in particolare nella produzione di alimenti a ridotto contenuto di lattosio tra le comunità agricole preistoriche intolleranti a questa sostanza.

L'introduzione dei latticini è stata un'importante innovazione nel settore agricolo, un successo testimoniato dal fatto che i prodotti lattiero-caseari sono stati rapidamente adottati come componente principale della dieta dei primi agricoltori preistorici. La produzione del formaggio ha permesso la conservazione di questi alimenti in una forma non deperibile e facile da trasportare, rendendo anche il latte più digeribile per questi contadini, che sarebbero stati intolleranti al lattosio.

Il team di Richard Evershed, dell'Università di Bristol (Regno Unito), descrive la presenza di abbondanti residui del grasso del latte in vasi di ceramica risalenti a circa 7.500 anni fa. Questi residui indicano che i vasi, la cui funzione finora era rimasta incerta, sarebbero stati usati come setacci per separare il latte in caglio e siero e, dunque, nella produzione di paleo-formaggi.

Fonte: aiol.it

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.