Log in

Gran Bretagna: nuova ricerca sugli erbicidi a base di glifosato

Mentre malformazioni neonatali, cancro e malattie degenerative impazzano per concausa aggravate dei Pesticidi e disseccanti agricoli che finiscono nelle acque e negli alimenti (fonte Arpa Ispra) in Italia è necessario costituire immediatamente un'associazione vittime dei pesticidi e portare in tribunale le multinazionali agrochimicofarmaceutiche sul modello della vertenza che è stata condotta contro l'Eternit per i danni dell'Amianto.

Un articolo pubblicato sulla rivista “Environmental and Analytical Toxicology” mette in evidenza le ampie problematiche relative alla regolazione del pesticida glifosato. La ricerca rileva che le autorità hanno sottovalutato l'importanza della ricerca che mostra i difetti di nascita negli animali testati. Il lavoro mette, quindi, in discussione le conclusioni espresse dalle autorità e cioè che il glifosato e il “Roundup” siano sicuri.

Secondo la ricerca della “Soil Association” il glifosato è regolarmente presente nei cereali in vendita in Gran Bretagna. I dati del monitoraggio dal 2009 al 2011 che appartengono al Governo stesso, mostrano sempre maggiore frequenza di glifosato nel pane.

Una media del 24% dei campioni di pane conteneva glifosato nelle ultime indagini (2011).

«Siamo estremamente preoccupati per questi nuovi risultati che dimostrano un’ulteriore prova del danno causato dal glifosato.

In vista del tempo terribile che si è avuto durante il periodo della raccolta di quest’anno, è ancora più probabile che i agricoltori abbiano usato il “Roundup” su colture di cereali»,  spiega Peter Melchett, il direttore politico della “Soil Association”.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.