Log in

I sapori delle regioni italiane in Cina

Presentato il progetto di Auchan patrocinato dal Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali per la promozione dei prodotti italiani.

“L’incontro tra i sapori italiani e la grande distribuzione rappresenta un’opportunità per i produttori italiani, per questo motivo il progetto di Auchan ha una forte utilità per l’intero comparto agroalimentare del nostro Paese, soprattutto se si pensa che questo avviene in un mercato importante come quello cinese.” Così il Sottosegretario di Stato alle Politiche agricole alimentari e forestali, Franco Braga, ha commentato la manifestazione, organizzata per il prossimo 13 novembre a Shangai da Auchan, “Sapori delle regioni italiane in Cina”, che rientra nel patrocinio quinquennale del Mipaaf al progetto nazionale ed internazionale di Auchan “I Sapori delle regioni”, presentato questa mattina presso il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali. “Auchan non ha una posizione di conquista, ma di naturalizzazione dei Paesi in cui opera e questo aspetto rende l’operazione particolarmente desiderabile perché rappresenta un’occasione per informare e far apprezzare all’estero e in particolare in un Paese vasto come la Cina, il nostro patrimonio enogastronomico. Spesso gli altri Paesi non hanno la volontà di intervenire incisivamente sulla contraffazione perché rappresenta un fenomeno economico sicuramente interessante, un modo per cominciare ad affrontare il problema dell’Italian sounding è proprio quello di far conoscere il vero made in Italy facendo così apprezzare la differenza.” Ha continuato Braga, intervenuto alla presentazione. Insieme al Sottosegretario, erano presenti, il presidente dell’Agenzia ICE Riccardo Monti, il direttore generale Auchan Italia Christian Iperti e il direttore offerta e acquisti-export Auchan Italia Fabio Sordi, insieme ai rappresentati di due partner del progetto, Riccardo Deserti, direttore generale del Consorzio del Parmigiano Reggiano e Fabio Carlesi, direttore generale dell’Enoteca Italiana di Siena.

Fonte: aiol.it
Ultima modifica ilMercoledì, 07 Novembre 2012 07:38

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.