Log in

Protocollo d’intesa tra Slow Food Italia e Assessorato alle Risorse Agricole e Alimentari della Regione Sicilia

Sarà presentato oggi pomeriggio alle ore 14.30 presso lo stand di Slow Food Italia  al Salone del Gusto di Torino (Padiglione 2) il protocollo d’intesa tra l’associazione fondata da Carlo Petrini e l’Assessorato alle Risorse Agricole e Alimentari della Regione Siciliana. 
Territorio, prodotto, cultura ed economia  saranno gli ambiti su cui ruoterà l’accordo che nei prossimi tre anni darà vita ad una programma di interventi con cui l’Assessorato sosterrà i progetti di Slow Food  per la  valorizzazione e la promozione del patrimonio produttivo e  agroalimentare regionale. Il protocollo d’intesa verrà firmato da Dario Cartabellotta, dirigente generale dell’assessorato all’Agricoltura, dipartimento interventi infrastrutturali della Regione Siciliana, e Daniele Buttignol, segretario nazionale di Slow Food.

La collaborazione con Slow Food s’inserisce nel programma di intervento dell’Assessorato Regionale che già da tempo ha posto in essere un piano di  valorizzazione dell’economia rurale e del patrimonio agroalimentare regionale impegnandosi su più fronti. Nello specifico attraverso l’intesa, la Regione metterà a disposizione di Slow Food  risorse economiche e logistiche per il compimento dei progetti dell’Associazione nel quale saranno coinvolte anche le diverse condotte siciliane.

“Questo accordo ha grande valore – sottolinea Dario Cartabellotta, direttore del Dipartimento Interventi infrastrutturali all’Agricoltura – perché associazioni come Slow Food da sempre indicano nella tutela della biodiversità e del tipico territoriale un fattore di sviluppo delle agricolture di qualità regionali italiane.  È questa la via da seguire nel Sud e in Sicilia in particolare, dove la salvaguardia e la valorizzazione dei prodotti tipici devono costituire  il cuore pulsante di questa "nuova agricoltura"”.

Gli interventi toccheranno diversi ambiti: dalla divulgazione e comunicazione della cultura del consumo consapevole  al sostegno delle attività di Terra Madre per la salvaguardia del patrimonio agricolo e agroalimentare che vedrà il coinvolgimento della fondazione Slow Food per la biodiversità.  Nel protocollo si fa riferimento anche al  supporto del progetto dei Mercati delle Terre di Sicilia e allo  studio di un percorso normativo per agevolare l’ingresso delle nuove generazioni nell’ambito lavorativo agricolo. 

Fonte: comunicato stampa.
Ultima modifica ilVenerdì, 26 Ottobre 2012 10:15

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.