Log in

Vinalia 2012: a Guardia Sanframondi riflettori puntati sul Vino Sannita

DI Francesca Camerlengo.
In passerella le eccellenze della viticoltura sannita tra le conferme di sempre ed alcune piacevoli novità vinicole.

Storia, cultura, arte,enogastronomia, paesaggi unici ed affascinanti. 

Ed una tradizione enologica antichissima: Guardia Sanframondi , incantevole borgo medievale in provincia di Benevento, va scoperta passo dopo passo in un percorso sensoriale che non si dimentica.
Sembra che il tempo si sia fermato a Vinalia, la storica Rassegna enogastronomica giunta alla XIX edizione, che rappresenta uno dei eventi a cui, almeno una volta nella vita, non si può mancare.

Una full immersion nella cultura enoica "guardiese" che si snoda tra le vie del caratteristico centro storico e che consente di instaurare un rapporto diretto con i produttori presenti: un face to face importante grazie al quale l'enoturista scopre un vino ma non solo, scopre storia, tradizioni, passioni di una famiglia che diventa azienda.

Il percorso lungo il centro storico parte da Porta Francesca e subito una gradevole accoglienza da parte di Eleonora e Giovanni della Cantina Morone. Il vino di punta si chiama Albanora, una Falanghina del Sannio DOP  in purezza, con i riflessi dorati che identificano nel mondo la falanghina e con l'armonia e la persistenza di un inconfondibile profumo di agrumi. La vigna da cui deriva ha 20 anni e una resa di 50 q.li per ettaro nelle annate più produttive: un gioiello, in pratica.

Proseguendo il cammino delle degustazioni, è la volta di Corte Normanna, una vera e propria colonna portante della viticoltura sannita: la gamma prodotti è ampia e meritevole, tuttavia lo Spumante di Falanghina è davvero degno di nota, ben equilibrato, di un giallo brillante con perlage sottile, note fruttate e floreali che esprimono al massimo la tipicità del vitigno.

Altra sosta negli spazi espositivi delle cantine, altro incontro indimenticabile con un'azienda storica di Guardia, Aia dei Colombi: l'etichetta del cuore è Vignasuprema. Ce la racconta, con l'emozione e la passione di chi vi dedica la vita, Gaetano Pascale, personaggio da conoscere assolutamente come tutti i suoi vini.

Il colore paglierino carico e i sentori di erbe officinali, di pesca ed anice, le note speziate di questa Falanghina Guardia Sanframondi, restano impressi nella mente.

Il percorso si chiude in bellezza con la degustazione di un aglianico da vigne trentennali: è rosso rubino con riflessi violacei, ha profumo di frutta rossa - ribes in particolare - è intenso e persistente: nessun dubbio, è l'inconfondibile Aglianico Sannio DOP dell'azienda De Lucia Vineyards guidata abilmente da Cosimo De Lucia. 

Ma Guardia non è solo vino d'autore, molte le eccellenze enogastronomiche presenti a Vinalia da conoscere più da vicino.

Un'intera giornata non può bastare per conoscere ed assaporare questo territorio ricco e sorprendente. 

Ultima modifica ilGiovedì, 23 Gennaio 2014 14:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.