Log in

Falanghina Felix Sant’ Agata dei Goti 7 luglio 2012

Di Michele Del Vecchio.
E’ un assolato pomeriggio estivo. Mi lascio alle spalle l’autostrada Bari - Napoli e a Benevento imbocco la SS Telesina. Dopo circa un’ ora di strada mi accoglie Sant’Agata dei Goti con uno striscione di benvenuto: “Falanghina Felix 2012”

Eccomi di nuovo all’annuale appuntamento con la rassegna regionale di vini prodotti da uve falanghina.

Direi, una rassegna specialistica sugli stati generali di vini prodotti da uve falanghina declinati nei molti aspetti: spumantizzati, fermi giovani, invecchiati, vendemmie tardive, passiti.
La Falanghina, vitigno a bacca bianca, tipico campano e coltivato già in epoca romana, è diffuso prevalentemente nelle province di Benevento e Napoli.

Sull’origine del nome, secondo alcuni deriverebbe da “falernia” nella zona del “Falerno”, altri sostengono che derivi da “falange”ovvero il palo a cui erano legate le viti.

Indipendentemente dalla zona  dove venga coltivata, questa uva  dà origine a un vino che conserva inalterate le sue caratteristiche organolettiche. L’uva falanghina ha foglia media o piccola; grappolo lungo o medio, compatto, cilindro, conico, con un’ala corta; buccia spessa e consistente e di colore grigio – giallastro. La vigoria è buona e con una produttività costante; matura nella seconda metà di settembre. La falanghina si adatta a diversi tipi di terreni ma la qualità viene esaltata nelle zone collinari e predilige climi caldi e asciutti. La forma di allevamento ideale è il Guyot. Le uve, vinificate in purezza, danno origine ad un colore giallo paglierino, dal profumo intenso, floreale e fruttato, di buona struttura e acidità.

Ed eccomi nella storica sala consiliare, trasformata come tutti gli anni in sala di degustazione. Le aziende sono quarantadue. Inizio con le due della provincia di Avellino,  a seguire venti aziende su trentaquattro della provincia di Benevento, ancora, l’unica azienda della provincia di Caserta ed infine le cinque della provincia di Napoli.

Ed ecco una selezione delle falanghine degustate:


DOC Sannio “ CORTE NUDA” 2011 di “A CASA SOCIETA’ AGRICOLA  SPA” (AV):
Paglierino tenue con riflessi verdognoli. Al naso sentori di frutta tropicale e mela annurca, fresco e abbastanza persistente.

IGT Campania 2010 di “MANIMURCI SRL” (AV):
Paglierino. Sentori di fiori di campo e frutta a polpa bianca. Bocca di un certo spessore.


DOC Sannio “VANDARI” 2011 di “ANTICA MASSERIA VENDITTI” (BN):
Giallo paglierino. Fiori bianchi, mela e leggero vegetale.

DOC Sannio 2011 di “AZIENDA AGRICOLA FONTANAVECCHIA” (BN):
Tenue paglierino con sentori di biancospino, mela annurca e nocciola. Acidità sostenuta e buona persistenza.

DOC Taburno “FACETUS” 2007 di “ AZIENDA AGRICOLA FONTANAVECCHIA” (BN):
Sorprendente. Giallo dorato. Ottimo quadro olfattivo: frutta matura, mallo di noce, nocciola. Ottimo spessore gustativo con spalla acida che bilancia le morbidezze. Nove mesi in barrique.

DOC Sannio 2011 di “AZIENDA AGRICOLA MUSTILLI” (BN):
Giallo paglierino con riflessi verdolini. Sentori floreali e lievi cenni fruttati. Ottima acidità,  buona freschezza e chiusura sapida.


DOC Sant’Agata dei Goti 2009 di “AZIENDA AGRICOLA MUSTILLI (BN):
Paglierino con sfumature dorate, mimosa, limone e mela annurca. Bocca intrigante e chiusura sapida.

DOC Sannio 2011 di “FATTORIA LA RIVOLTA” (BN):
Paglierino con sfumature verdoline. Margherita, acacia e frutta a polpa bianca. In bocca fresco e finale di agrumi.

DOC Sannio “CARACENA” 2011 di “AZIENDA AGRICOLA F.LLI MURATORI” (BN):
Paglierino tenue con riflessi verdolini. Al naso fiori bianchi, agrumi e macchia mediterranea. Ottima freschezza e chiusura sapida.

DOC Campi Flegrei  “VIGNA DEL PINO” 2008  di “AZIENDA AGRICOLA AGNANUM” (NA):
Paglierino pieno con riflessi dorati. Fiori bianchi, frutta matura a polpa gialla e marcata nota minerale. Al gusto, pieno e finale sapido.

DOC Campi Flegrei 2011 di “LA SIBILLA” (NA):
Paglierino. Lievi cenni fruttati e sentori minerali. Fresco e sapido.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.