Log in

Il Paestum Wine Festival deve ancora crescere

DI DAVIDE GANGI.
Si è appena concluso il Paestum Wine Festival 2012, svolto nei giorni 1 e 2 Luglio presso il Grand Hotel Paestum Tenuta Lupò, organizzato nella città campana con la presenza di aziende vitivinicole provenienti da diverse regioni d'Italia.

Il Festival è giunto alla sua seconda edizione, organizzata sempre da Angelo Zarra, giovane Appassionato di Enogastronomia che lo scorso anno intraprese la messa in opera di questo evento, riproposto nel 2012 con gli opportuni correttivi frutto della prima esperienza.

Ovviamente non è affatto facile l'organizzazione di iniziative di questa portata, i dettagli da curare sono moltissimi ed ogni volta sono le “sfumature” a fare la differenza, il Festival è ancora giovane e servono diversi anni per trovare il perfetto equilibrio di tutte le componenti organizzative.

Siamo sicuri che nel futuro la forte volontà di Angelo consentirà un costante miglioramento della manifestazione, la strada intrapresa è buona, l'esperienza, la passione e l'umiltà saranno gli ingredienti necessari al progressivo successo.

Il servizio durante il corso del Festival è stato curato dalla Scuola Europea Sommelier, alla presenza del Presidente Francesco Continisio.

Ospite d'eccezione del Paestum Wine Festival è stato   Luca Gardini, Campione del Mondo dei Sommelier 2010, che ha messo la sua superba professionalità a disposizione per interessanti Degustazioni verticali di alcune importanti Cantine del panorama enologico italiano.
Da segnalare per esempio quella dell'azienda campana Mastroberardino, con la presenza dell'enologo Massimo Di Renzo, in Degustazione era il loro Taurasi Docg “Historia” delle annate 2006, 2005, 2000, 1999, 1998, 1997.

Altra verticale brillantemente guidata da Luca Gardini è stata quella relativa alla Cantina sarda Argiolas, con la Degustazione del loro Igt Isola dei Nuraghi “Turriga” (uvaggio di Cannonau, Carignano, Bovale, Malvasia Nera) delle annate 2007, 2006, 2004, 2000, 1997, alla presenza del celebre enologo Mariano Murru, padre di alcune delle migliori espressioni vinicole di Sardegna.

L'ottimo livello qualitativo dei Vini in Degustazione è stato ancor più valorizzato dal talento eclettico di Luca Gardini, in grado di catturare l'attenzione della sala con il suo carisma da Campione del Mondo.

Tappa d'obbligo per chiunque visiti Paestum è quella al Ristorante “Olimpo dei Golosi”, dove ad attendervi troverete Antonio Vaccaro, dagli amici detto Filini per la sua ex professione come ragioniere di banca. Strepitosa la sua capacità di accogliere il cliente con simpatia e cordialità da premio, come si fosse vecchi amici, ma soprattutto a livello culinario qui potrete gustare dei deliziosi piatti a base di pesce freschissimo, giusto per citare due prelibatezze potremmo parlare delle Linguine con telline e gamberi, oppure delle superlative Fritture miste di pesce.

Se poi siete dei grandi amanti della gastronomia, Antonio Vaccaro è disponibilissimo a suggerirvi i migliori indirizzi dove acquistare le prelibatezze della terra campana, una su tutte la Mozzarella di Bufala Dop: seguendo le sue indicazioni i vostri palati non resteranno certo delusi, concludendo così nel migliore dei modi il soggiorno nella suggestiva Paestum.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.