Log in

Taurasi&Garrone, Falanghina&Troisi, Costa d’Amalfi&Audiard

Sono gli abbinamenti vincitori della degustazione virtuale che su facebook ha abbinato il vino al cinema.
Cinegustologia per il Movimento Turismo del vino Campania.

Napoli, 21 giugno 2012. Oggi nella giornata del solstizio d’estate si conclude l’iniziativa che ha portato in Campania il metodo degustativo ideato da Marco Lombardi, la cinegustologia.  Terredora, Astroni e Marisa Cuomo sono le aziende aderenti al Movimento Turismo del Vino che hanno visto premiate dagli enonauti le loro etichette in abbinamento ai film che hanno fatto la storia del nostro cinema e a pellicole premiate all’ultimo Festival di Cannes. Gli enonauti hanno votato cliccando “mi piace” sulla pagina facebook ufficiale del MTV Campania all’immagine del vino. Tanti i click ricevuti, numerosi i commenti entusiastici che hanno portato per circa un mese - dalla giornata di cantine Aperte, il 27 maggio, ad oggi- animazione sul social network per eccellenza. Di seguito gli abbinamenti più votati:

Il Taurasi Fatica Contadina Docg 2006 dell’azienda TERREDORA è stato abbinato al film di Matteo Garrone “Reality” presentato al Festival di Cannes 2012. La motivazione dell’abbinamento, che tanto è piaciuta al popolo di Facebook, è la seguente: “Dietro la pungente freschezza data dalle spezie, e dietro la morbida dolcezza dei frutti rossi, entrambi paragonabili a una commedia di stampo fiabesco ma sensorialmente "intensa" qual è appunto il film, c'è tutto un "sotterraneo" espresso dai frutti di bosco e - soprattutto - dalle componenti minerali, fino al goudron, che raccontano gli aspetti più profondi e "oscuri" di "Reality" dove, dietro le situazioni felicemente ipercolorate, c'è un'inquietudine oscura e impenetrabile che va oltre l'immediata realtà. Proprio come il rosso intenso - quasi “inattraversabile" - del vino.”

 Al secondo posto la Falanghina Campi Flegrei Doc 2011 di Cantine Astroni è stata abbinata all’indimenticabile “Il Postino”, l’ultimo film del grande Massimo Troisi. Marco Lombardi ci spiega il perché di questo abbinamento: “Il mare che circonda Neruda e Troisi sa di sale come questo vino, e “salate” sono pure le loro vite, dato l’esilio del poeta e la difficoltà del postino di “sentire” il proprio cuore. Solo dopo un po’ (come succede in bocca col vino) si percepiranno le note dolci, di frutta matura e miele. La freschezza, data dalla fermentazione in acciaio, è l’alter ego della poesia, che sa arrivare con leggerezza alla profondità delle cose”.

Medaglia di bronzo al Fior D’Uva Costa D’Amalfi Furore Bianco Doc 2010 dell’azienda vinicola Marisa Cuomo abbinato al film di Jacques Audiard “Della Ruggine E Delle Ossa” anche questo presentato all’ultimo Festival di Cannes: un giovane uomo che vive come un animale incontra una ragazza sensibile che ha appena perso le gambe. Nasce una storia ai limiti della realtà che si ha il dolce della surmaturazione, tra l’albicocca secca e i frutti esotici e l’uva passa, ma anche la mineralità che dà equilibrio e completezza, rendendola fruibile e “credibile”.

Tutti gli abbinamenti vino-film sono pubblicati nella pagina ufficiale del Movimento Turismo del vino Campania su facebook.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.