Log in

Sabrina Merolla "incanta" la platea...

DI PAOLO EMILIO ARRIGHI.
“Ci sono luoghi che si ricordano per sempre. Luoghi di luce improvvisa che accende l’istante di un sogno, di un sole, di un volto.”

Così inizia il libro di Sabrina Merolla. E così ieri, nei palazzi della Provincia di Bari per la presentazione del suo lavoro, c’erano tutti questi ingredienti; il sole che entrava prepotente dalle imponenti finestre della sala accendevano il volto sorridente e felice di Sabrina, perché quel sogno è diventato realtà. Il lungo e impegnativo lavoro ha dato alla luce un’ opera delicata ed elegante, come l’autrice.

La sala è gremita; tutti sono curiosi di ascoltare Sabrina Merolla e i suoi ospiti e tutti le mostrano ammirazione e amore. Come si potrebbe il contrario? Sabrina si definisce “una donna che ama una donna, la Puglia; anzi le donne, le Puglie”. E questo amore le traspare dagli occhi, dal sorriso, dai modi gentili che ha nel parlare con il pubblico, dalle parole usate per descrivere il suo viaggio nel gusto. Il suo amore per la nostra terra e le nostre tradizioni l’ha condotta in giro tra i nostri ulivi, vigneti, trulli, masserie; le ha fatto incontrare tante persone con le loro storie da raccontare, tanti produttori, imprenditori che con il loro lavoro e sacrifici sono tra i migliori d’Italia. Tutti erano lì, ieri, per renderle omaggio.

Gli interventi, numerosi, che si sono susseguiti, hanno un unico filo conduttore, come anche ricorda Davide Gangi, Editor di Vinoway, è la sinergia delle persone, delle strutture, delle aziende; perché per fare eccellenza bisogna collaborare, cooperare; bisogna saper comunicare, si deve comunicare.

Mentre tutti eravamo assorti e affascinati dalle parole di Sabrina Merolla e dei suoi ospiti, in un’altra sala si stava allestendo un banchetto; un tripudio di prodotti d’eccellenza portati con orgoglio e amore dagli chef e dai produttori, a testimonianza del fatto che chi ama la Puglia è orgogliosa di farla conoscere a tutti.


Ultima modifica ilMercoledì, 20 Giugno 2012 15:31

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.