Log in

PRINCIPE PALLAVICINI RIAPRE LE PORTE DELLA STORICA CANTINA DI FRASCATI

Principe Pallavicini, prima cantina privata per estensione di vigneto frascati DOC, conferma anche quest’anno il suo atteso programma di accoglienza e degustazione in cantina, in vigore fino al prossimo autunno.

Una media, in aumento, di sessanta visitatori settimanali nel periodo compreso tra marzo e novembre, in maggioranza nordamericani ma anche europei, italiani e romani. Ecco alcune caratteristiche significative dell’attività di accoglienza in Principe Pallavicini, che  ben si presta ad essere meta di spensierate gite fuori porta quanto tappa di un moderno “Grand Tour”, romantico viaggio di formazione che già a partire dal XVII e poi soprattutto tra il XVIII° e il XIX° secolo vedeva artisti, aristocratici ed alta borghesia visitare i Castelli Romani e conoscere tra arte, tradizioni e cultura, i sapori e i vini locali.

Oggi naturalmente il turismo ha cambiato forma e caratteristiche, ma più che mai sembra essere particolarmente apprezzato il paesaggio agreste appena fuori dal centro urbano: una boccata d’aria in mezzo alla natura a pochi passi dalla metropoli, per calarsi nel contesto contadino, conoscerlo, apprezzarlo, viverlo da vicino, capendone i meccanismi e le leggi che lo regolano.

“Nel territorio laziale Principe Pallavicini è stata una delle prime aziende a capire l’importanza dell’accoglienza in cantina e a strutturarla come momento fondamentale nella costruzione delle relazioni con il nostro pubblico e del valore del nostro marchio” dice Mauro De Angelis, agronomo di Principe Pallavicini  “Da sempre i vini in degustazione sono anche i più acquistati, ma vedere la malvasia in appassimento nel fruttaio fa sì che molti poi chiedano lo Stillato, il nostro passito, per esempio. Principe Pallavicini ha saputo mantenere un profilo ‘vero’ e autentico: chi ci visita trova ambienti e panorama di struttura operativa, non costruiti apposta per il turista, ma fatti vivere al turista. Questo si riflette nel rapporto personale di scambio che molto spesso riusciamo a costruire con i visitatori, dalla persona esperta con cui si può condividere una critica e farne tesoro, agli ospiti che tornati a casa scrivono email o spediscono piccoli ricordi per
  ringraziarci dell’accoglienza ricevuta: questo significa andare ben oltre il vendere una bottiglia, significa essere custodi di una storia, di un territorio, di un progetto più ampio. Raccontare il nostro lavoro e i nostri prodotti ci piace e si vede, al di là del fatto che i nostri vini vengano poi maggiormente richiesti ai nostri importatori da chi ci ha visitato.”

Per informazioni e prenotazioni sulla visita con degustazione potete contattare direttamente l’azienda: email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., tel. 06.9438816. Cantina: Via Casilina km 25,500 – Colonna (RM).

La famiglia Pallavicini è presente nel Lazio fin dalla seconda metà del 1600 e da sempre intreccia la propria storia con quella della regione. Tra le diverse sue attività anche la gestione di proprietà agricole e vinicole intorno a Roma. L’impegno nella viticoltura gode ora di un rinnovato slancio grazie alla nuova direzione generale di Claudio Latagliata e allo staff composto dal responsabile della campagna Mauro De Angelis, attuale Presidente del Consorzio del Frascati, e dall'enologo di fama internazionale Carlo Ferrini che affiancherà l'enologo storico dell'azienda Carlo Roveda. L’azienda rappresenta oggi il più grande vigneto privato nella zona del Frascati con 54 ettari dedicati alla coltivazione di uve bianche per la produzione del Frascati DOCG, sui complessivi 80 ettari vitati che producono anche ottimi vini rossi di grande valore.



Fonte: Linda Rubini

E-mail:Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.