Log in

POCHI GIORNI ALL’APERTURA DI VINNATUR, L’EVENTO EUROPEO DEDICATO AI VINI BIOLOGICI E BIODINAMICI

Villa Favorita 2012 – 24, 25 e 26 marzo 2012

Oltre il biologico. Questo potrebbe essere il motto adottato dai produttori del gruppo VinNatur presenti al Salone Villa Favorita 2012. Se infatti l’adozione di una normativa comunitaria che regola e definisce il concetto di “Vino Biologico” va salutato come un passo avanti rispetto al nulla precedente, i vignaioli di VinNatur vogliono sottolineare come le soluzioni approvate siano del tutto insufficienti. Il compromesso raggiunto infatti tiene pesantemente in conto le esigenze della grande industria focalizzati sui numeri e rivolti principalmente alla grande distribuzione. Le soluzioni adottate penalizzano ancora una volta i piccoli produttori, che saranno percepiti dalla massa dei consumatori allo stesso livello della industria del vino. Questo regolamento non ha nulla a vedere con la vita dei veri contadini/vignaioli e con il rispetto del territorio e della identità dei vini. Sono infatti permessi e tollerati livelli eccessivamente elevati di solforosa, elemento che può scatenare allergie e che ad ogni modo influisce pesantemente sul profilo aromatico e gustativo dei vini. Sono tollerati i più diversi additivi in cantina. Solo per ricordarne alcuni (l’elenco sarebbe troppo lungo) possiamo citare gli enzimi, i lieviti industriali, i tannini aggiunti, i trucioli, il mosto concentrato rettificato, il solfato, il fosfato diammonico. E ci fermiamo qui. Sono permesse operazioni violentissime nei confronti del vino come la centrifuga, lo zuccheraggio, l’elettrodialisi e perfino il riscaldamento del liquido fino alla temperatura di 70° C. Sarebbe invece servito un regolamento che potesse scavare un fossato tra i vini “naturali” e i vini biologici industriali, purtroppo standardizzati e privi di identità territoriale.

Da anni il gruppo VinNatur opera una rigida selezione tra le aziende vinicole presenti al fine di garantire a chi produce e ai consumatori i livelli più bassi di solforosa possibili, l’assenza di lieviti, enzimi o altri prodotti enologici nei vini e il massimo rispetto per il suolo. Sono pertanto banditi concimi chimici, diserbanti o altri prodotti di sintesi in vigna. Il lavoro di ricerca è un fattore importante di crescita per riuscire a migliorare di continuo la qualità e la purezza dei vini, senza per questo realizzare dei vini poco corretti sul piano degustativo. Una scelta difficile ed impegnativa che interroga tutti i vignaioli presenti, costantemente monitorati da organismi esterni. Il Gruppo vuole essere quindi un punto di riferimento fondamentale per il movimento del vino naturale e apre le porte di Villa Favorita a tutti i professionisti od appassionati per condividere il cammino di qualità intrapreso in questi ultimi anni. 

VinNatur è l’evento internazionale dedicato al mondo dell’eccellenza del vino naturale ospitato nei magnifici saloni della palladiana  Villa Favorita, a Vicenza ed è un punto di riferimento odierno, per gli appassionati del vino naturale.  I vini naturali rappresentano oggi un trend sempre più apprezzato dai consumatori  in tutta Europa e nel mondo, così come l’agricoltura biologica e biodinamica registrano in tutto il mondo una crescita costante. Su google oggi alla parola di ricerca natural wine, corrispondono circa 400,000  risultati.

I  modelli di ricerca alimentare sono infatti in fase di profondo cambiamento, oggi e caratterizzati da una accresciuta richiesta di qualità e sicurezza. I consumatori stanno infatti diventando sempre più consapevoli dei benefici dell’agricoltura sostenibile.

VinNatur, a Villa La Favorita, risponde proprio a questa crescente domande. 9 nazioni presenti, oltre 150 produttori, oltre 600 vini in degustazione e alcuni selezionati prodotti alimentari che sposano il manifesto del gruppo di VinNatur.

Lo scorso anno migliaia di visitatori  da tutta Europa hanno affollato le sale suggestive di Villa Favorita e quest’anno le previsioni sono di ulteriore crescita, visti il raddoppio delle pagine viste al giorno sul sito.

La manifestazione è giunta alla nona edizione e costituisce il caposaldo della attività del gruppo VinNatur.

Quest’anno l’evento inizierà il 24 marzo ossia il giorno prima di  Vinitaly a Verona e continuerà ad offrire  un completamento  ed un’alternativa alla richiesta del “bere giusto e sano” da parte di un pubblico sempre più  informato ed attento.

Vini selezionati e non solo. Il food di qualità accoglierà  il pubblico tra una degustazione e l’altra. 

Tra i migliori vini in degustazione in questa nuova edizione inutile elencare i grandi vini di Marsala dell’Azienda Marco de Bartoli ormai declamati in tutto il mondo. Da segnalare anche gli autoctoni di Elisabetta Foradori e Luca Roagna, , ed ancora i vini dell’Etna di Frank Cornellisen.

Ulteriore novità di quest’anno, i vini spagnoli di Barranco Oscuro e di altri 7 piccoli produttori.
Per la Francia in questa edizione di Vin Natur parteciperanno ben 26 aziende dalla Loira, la Vallée du Rhône a Bordeaux, inmancabile la selezione di champagne con  Franck Pascal, Laherte Freres, e  Simon Sellose.

Il movimento dei vini naturali è nato negli anni 70 in Francia e si è sviluppato progressivamente in Italia, Spagna, Cile, Usa, Australia e Nuova Zelanda contando oggi migliaia di produttori.

L’Associazione Vin Nature è promotrice di un progetto di convegni, ricerche e attività di sensibilizzazione dell’importanza di vini e prodotti biologici in tutta Europa.

INFO: www.vinnatur.org
Ultima modifica ilVenerdì, 23 Marzo 2012 07:29

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.