Log in

Foglie

Le foglie della vite sono semplici, distiche e alterne, cioè disposte in due serie longitudinali diammetralmente opposte. Sono formate da un picciolo e da una lamina palmato-lobata con cinque nervature primarie che possono originare altrettanti lobi separati da insenature dette seni (foglie a forma intera, trilobata o pentalobata).

 

Le foglie sono assimmetriche ed eterofille, cioè sullo stesso tralcio si hanno foglie di forma diversa. Questo e uno dei fattori che rende l'indagine ampelografica molto difficile.

 

La foglia può essere ricoperta di peli.

La forma della foglia può variare sensibilmente da vitigno a vitigno. Quelle principali sono:

  • Pentagonale: a forma di pentagono regolare
  • Orbicolare: con forma tondeggiante.
  • Cordiforme: a forma di cuore.
  • Cuneiforme: a forma di cuneo.
  • Reniforme: a forma di rene, cioè più larga che lunga.

Le dimensioni vanno da meno di 7 cm a più di 27cm.

Le foglie hanno un profilo determinato dalla presenza di insenature che possono avere i margini rivolti verso l’alto o verso il basso.Inoltre possono essere del tutto prive di peluria o addirittura cotonose, hanno un sistema circolatorio e sono fondamentali per la fotosintesi.

Il colore delle foglie è normalmente verde anche se può variare a seconda del tipo di vitigno, il quale determina altre sfumature sul giallo o sul rosso. In autunno le foglie perdono il colore verde per degenerazione della clorofilla.

La caduta delle foglie corrisponde con la formazione di strati sugherosi sul tralcio nel punto di attacco del picciolo.