Log in

Il terreno e la vite

La vite non richiede terreni fertili, ma al contrario predilige quelli piuttosto poveri che si differenziano in base alla loro composizione e tessitura.
Il terreno è molto importante in quanto è una riserva d'acqua e di sali minerali. Inoltre la differenza di concentrazione salina tra terra e vite rappresenta la forza che fa muovere le soluzioni verso la pianta.

Il bilancio idrico nella vite

Bilancio idrico della viteLa presenza di acqua, e quindi di tutte le sostanze necessarie allo sviluppo della vite, dipende essenzialmente da tre fattori:

1 - Assorbimento.
2 - Traspirazione.
3 - Percorso dell'acqua.

La geografia viticola

La geografia viticola riguarda essenzialmente le zone geografiche dove la vite può sopravvivere o dove la pianta può svolgere le sue funzioni vegetative e riproduttive consentendo di generare valore economico. Per questo, parlando del vino, ci si riferisce a quest'ultimo limite per la definizione della geografia della vite (limite economico).

Il ciclo biologico della vite

La vite presenta due cicli biologici: il ciclo vitale ed il ciclo annuale

Il ciclo vitale riguarda le varie età della pianta.

Il ciclo biologico annuale della vite riguarda le evoluzioni della pianta durante l'anno.

Come si nutre la vite

Come si nutre la viteLa vite si nutre assorbendo dal terreno, attraverso l'organo radicale, gli elementi indispensabili al suo sviluppo e alla sua sopravvivenza. Alcuni di questi elementi vengono assorbiti in quantità maggiore (funzione plastica) e altri che hanno una funzione catalitica si trovano in minore quantità all'interno degli apparati della vite.

La fotosintesi clorofilliana

Fotosintesi clorofilliana della vite6CO2 + 6H2O = C6H1206 + 6O2

anidride carbonica + acqua = zucchero + ossigeno

La fotosintesi clorofilliana è un processo che trasforma l'anidride carbonica in carboidrati grazie all'energia luminosa e alla presenza della clorofilla.