Log in

Criteri di scelta del sistema d'allevamento

I sistemi di allevamento si differenziano per altezza:

- Bassi:tronco con lunghezza inferiore ad 1 m.
- Medi:tronco con lunghezza compresa fra 1 e 1,7 m
- Alti:tronco con lunghezza superiore a 1,7 m

Regole per la scelta della forma d'allevamento più adatta all'ambiente:

 

NoteSistema d'allevamento
Climi umidi ambienti con terreni argillosi e con un'elevata umidità dell'aria sono sconsigliate forme d'allevamento che lascino strisciare sul terreno i tralci fruttiferi che andrebbero incontro a marciumi e altre malattie crittogamiche con una bassa qualità di prodotto.
Zone ventose zone esposte ai venti, come avviene allo sbocco delle vallate alpine. sistemi d'allevamento con tetto orizzontale o inclinato (pergole) che consentono ai germogli di non essere vincolati a supporti che ne causerebbero la loro rottura.
Zone fredde clima rigido con probabili gelate primaverili sistemi di allevamento alte per evitare gelate per irraggiamento e per ridurre gli attacchi crittogamici.
Zone caldo-aride clima caldo con scarsità di precipitazioni sistemi di allevamento bassi per rendere la vite più resistente agli stress idrici.
Zone molto fredde clima rigido e gelate primaverili sistemi di allevamento bassi per riuscire, nei periodi più freddi, a coprire le piante con terriccio o foglie secche.
Zone fresche clima fresco forme alte per ridurre gli attacchi crittogamici causati da un'elevata vigoria delle piante.