Log in

Cicalina verde

L’insetto sottrae linfa ai vasi conduttori del picciolo, dei tralci verdi e soprattutto dalle nervature principali delle foglie provocando la necrosi della parte marginale del lembo. Nei casi più gravi si ha defogliazione più intense sulla base dei tralci e all’interno della vegetazione.

I danni più gravi sono dati dalla seconda generazione attiva nel periodo più caldo dell’estate, mentre quelle attive a fine estate anche se più numerose non causano alterazioni alla qualità delle uve. La cicalina sverna su piante sempreverdi: conifere, rovi, caprifoglio ecc.. In primavera si trasferisce sulle viti dove depone le uova entro i tessuti delle nervature, sulla pagina inferiore delle foglie. La nuova generazione nasce in maggio e diventa adulta in giugno. Segue una seconda generazione a luglio-agosto e poi la terza e ultima che rimane sulla vite sino ad autunno inoltrato.

{gallery}gallery/pedia/viticoltura/malattie-della-vite/insetti-fitofagi/cicalina-verde{/gallery}