Log in

Marciume acido

Marciume acidoÈ così chiamato per il pungente odore di aceto che i grappoli colpiti emanano e rappresenta la più grave alterazione sotto il profilo qualitativo. La malattia può essere confusa con la botrite solo nelle prime fasi, poi si distingue per la presenza di moscelini attorno al grappolo e per il sentore d’aceto.

Gli acini colpiti sono di colore marrone lucidi e disidratati per la fuoriuscita del succo. La malattia è provocata d’azione congiunta di vari lieviti che penetrano all’interno dell’acino solo in presenza di un qualunque tipo di ferita sullo stesso.

I fattori predisponenti sono dati dalla compattezza dell’acino, ridotto spessore della buccia, eccesso di concimazioni azotate, elevata vigoria del portainnesto e da piogge prolungate.

{gallery}gallery/pedia/viticoltura/malattie-della-vite/malattie-funginee/marciume-acido{/gallery}