Log in

Caratteristiche degli spumanti Metodo Classico

Caratteristiche degli spumanti metodo classicoIl metodo classico dona agli spumanti maggiore complessità e sensazioni eleganti ben percepite  in fase di degustazione. I colori sono più carichi con sfumature dorate, i profumi sono complessi e i sentori variano a seconda dell’evoluzione. Possiamo trovare profumi che vanno dal pane fresco e il lievito alla crosta di pane e pane tostato, dai fiori e frutti freschi a quelli secchi. Il vino presenta un’ottima struttura e una lunga persistenza aromatica. Infine le bollicine che si presentano vivaci, fini e persistenti, esaltano al gusto tutte le sensazioni incontrate.

Metodo Classico: la produzione del vino base

Metodo Classico: la produzione del vino baseOgni progetto parte dalle basi. Anche per gli spumanti una delle fasi più importanti riguarda la produzione del vino che successivamente subirà la rifermentazione in bottiglia.

Il dosaggio – liqueur de expedition

Dosaggio - Liqueur d'expeditionDopo la fermentazione in bottiglia, avvenuta durante il periodo di riposo sui lieviti, il vino  ha pochissimo zucchero (0,5 g/l). Normalmente viene addizionato al vino lo sciroppo di dosaggio (liqueur de expedition) che è una soluzione tenuta segreta dal produttore e che può contenere:


Metodo classico: la sboccatura

La sboccaturaSi tratta della fase che prevede l’eliminazione del tappo a corona insieme ai residui di fermentazione contenuti nella bidule (tappo di plastica disposto sotto il tappo corona). Anche in questo caso vale la pena di ricordare le metodologie più tradizionali.

Metodo classico: assemblaggio dei vini base

Assemblaggio dei vini basePratica fondamentale che prevede appunto l’assemblaggio dei vini-base che subiranno la rifermentazione in bottiglia. Essi potranno derivare da annate diverse. Questa attività di cantina incontra l’ esperienza degli enologi che si trovano a sperimentare e/o consolidare la propria esperienza di produzione.

Metodo classico: la spumantizzazione o presa di spuma

Rifermentazione in bottigliaFase di riposo della cuvée sulle bottiglie insieme ai lieviti selezionati (liquer de tirage). In questa fase abbiamo la seconda fermentazione in bottiglia che porterà alla formazione delle bollicine e arricchirà il vino di sensazione gusto-olfattive complesse e persistenti.

Metodo classico: il remuage

Il remuageIl remuage è la prima operazione che viene condotta dopo il periodo di riposo del vino sui lieviti di fermentazione. Le bottiglie poste in orizzontale contengono diversi residui solidi che dovranno essere eliminati.

Metodo classico: liqueur de tirage

Liquer de tirage E' una miscela che viene aggiunta alla cuvée dei vini-base per far ripartire la seconda fermentazione che avrà luogo all'interno della bottiglia. E' costituita da: vino, zucchero di canna, lieviti selezionati, sostanze minerali.

Metodo classico: la messa in bottiglia

Rifermentazione in bottigliaQuesta pratica rappresenta l'inzio della fase di rifermentazione in bottiglia, che caratterizza appunto il Metodo Classico o Champenoise.

La cuvée, addizionata del liquer de tirage, viene imbottigliata sulle tradizionali bottiglie champagnotte.