Log in

Turca

La sinonimia più frequente di questo vitigno, sebbene errata,è quella di Turca come uva da tavola tardiva,coltivata nella provinci di Bari.
Come vitigno da vino è invece stato ignorato dagli ampelografi dell’800, malgrado fosse presente in diverse zone viticole per produrre vini. Era diffuso nella viticoltura trentina, in particolare ai confini con la provincia di Belluno, dove attualmente è considerato vitigno idoneo alla coltivazione. Si trovava anche nei colli Euganei (Monselice), dove era coltivato assieme ad altre varietà quali le Corbine, la Rossara ed il Marzemino. Il suo nome può essere dovuto alla sua origine geografica, infatti veniva chiamato turco, come ad esempio il granoturco, tutto ciò che si pensava provenisse da oriente.
Il nome potrebbe anche derivare dalla durezza del vino che si ottiene, tannico ed aspro.

Sinonimi

sconosciuti.

Nomi errati: Baresana (Lattuaria di Puglia),Uva Tosca, Turca bianca (di Napoli, di Trani), Turchesa, Turchetta, Turca moscato.

Sensibilità malattie ed avversità

Presenta buona rusticità nei confronti di peronospora ed oidio e media sensibilità alla botrite.

Caratteristiche del vino

Il vino è di colore rosso rubino carico, con caratteristiche organolettiche a nota fruttata-florale prevalente.
Al gusto si presenta di media struttura, sapido, con acidità medio-elevata e leggermente amarognolo.

Utilizzazione enologica

La varietà consente di ottenere vini giovani di media qualità, caratterizzati da spiccata tenuta acidica e buona dotazione di sostanza colorante. Si presta bene sia per produrre vini in purezza che per uvaggi, al fine di ottenere vini rossi ricchi di complessità.

Fonte: Istituto Agrario di San Michele all'Adige.

Ultima modifica ilLunedì, 03 Dicembre 2012 14:44
  • Germoglio: fortissima densità di peli striscianti, con faccia dorsale degli internodi di colore verde e faccia ventrale di colore rosso.
  • Foglia: pentagonale, a tre lobi, di colore verde chiaro, priva di bollosità e peli. Il seno peziolare è aperto e a forma di V. I seni laterali superiori sono aperti e a forma di U, quelli inferiori sono a forma di V.
  • Grappolo: medio, conico, quasi sempre alato mediamente compatto.
  • Acino: grosso, sferoidale, di colore blu-nero e di sapore neutro.
  • Germogliamento: Precoce
  • Fioritura: Media
  • Invaiatura: Media
  • Maturazione: Tardiva
  • Portamento: -
  • Vigoria: -
  • Fertilità potenziale: -
  • Fertilità basale: -
  • Zuccheri: 12,82-18,90
  • pH: 3,04- 3,74
  • Acidita: 5,17-14,19
  • Antociani: -
  • Polifenoli: -
  • Buccia/Vinaccioli: -
  • Coordinates: 11.75938899400686,45.98390699523841,0
  • LatLng: 11.75938899400686,45.98390699523841,0
Altro in questa categoria: « Glera o Prosecco Corvina »