Log in

Freisa

Si tratta di uno dei vitigni più importanti del Piemonte. Probabilmente anche uno dei più antichi che è stato per lungo tempo molto diffuso anche in altre zone del nord Italia. Vi sono diverse testimonianze che riconducono alla Freisa. Nel 1517 nelle Tariffe doganali di Pancalieri sono registrate le carrate di fresearum. Poco dopo nel 1692 in alcuni appunti scritti da Cotti si parla di Frisa piantata a Neive e alla fine del 700 il Conte Nuvolone ne parla sul "calendario Georgiano della Società Agraria di Torino" e considera questo vitigno tra le uve nere di prima qualità.

Sinonimi

Monferrina, mounfrina, freisetta, freisa di Chieri, freisa d’ Asti, fresa, frisa piccola.

Zone di coltivazione

La Freisa è coltivata nelle zone di Asti, di Cansale nel Monferrato, di Chieri, di Alba e in piccole quantità sulle colline del Pinerolo.

I principali vini di qualità prodotti con questo vitigno

DOC Freisa d’Asti
DOC Freisa di Chieri

Esigenze ambientali

Scarsa adattabilità ai terreni richiede ottime esposizioni, riparo dai venti e medie altituini.
Predilige terreni calcarei e caldi.

Esigenze colturali

Caratterizzato da una produzione costante e nei terreni calcarei predilige una potatura corta.
In terreni più ricchi e freschi tende ad una eccessiva vigoria con maggiori difficoltà di portare a termine la maturazione delle uve.

Resistenza alle malattie

Tollera bene la peronospora, mentre è più sensibile all’oidio.

Resistenza alle avversità

Resiste bene alle gelate primaverili.

Attitudine enologica

Ottimi risultati anche in nella vinificazione in purezza. Utilizzato anche come taglio con altre uve piemontesi.

Sul vino

Leggera tannicità.
Media alcolicità.
Profumi fruttati di piccoli frutti come lampone e frutti di bosco.
Leggera effervescenza
Si ottengono vini di pronta beva  o da moderato invecchiamento.

Ultima modifica ilLunedì, 25 Aprile 2011 18:20
  • Germoglio: apice del germiglio espanso, a ventaglio, leggermente pubescente e di colore giallastro
  • Foglia: di medie dimensioni e consistente; più larga che lunga; pentagonale e trilobata; Pagina superiore e inferiore glabra; lembo piano
  • Grappolo: media grandezza, cilindrico e poco alato; più frequentemente spargolo piuttosto che serrato.
  • Acino: media grandezza, oblungo, subrotondo o leggermente ovale; buccia ben pruinosa e resistente
  • Germogliamento: Media-Tardiva
  • Fioritura: Media
  • Invaiatura: Media
  • Maturazione: Media-Precoce
  • Portamento: Eretto
  • Vigoria: Alta
  • Fertilità potenziale: Alta
  • Fertilità basale: Alta
  • Zuccheri: 17-20
  • pH: 3,1-3,5
  • Acidita: 5,5-7,5
  • Antociani: -
  • Polifenoli: -
  • Buccia/Vinaccioli: -
  • Coordinates: -
  • LatLng: 8.115761997922407,44.72643799394119,0
Altro in questa categoria: Neretto »