Log in

DOC Greco di Bianco

  • Scritto da 
  • Pubblicato in DOC
DOC riconosciuta con D.P.R.  18/06/1980 - G.U. 12/12/1980.
Il Greco Bianco
si può considerare uno dei vini dolci italiani più rari e pregiati, prodotto in una quantità limitatissime (nel 2005 95 hl).
Si ottiene dal vitigno greco bianco, povero di frutti e originario dalla Grecia, da dove è stato importato intorno al VIII secolo a. C.. Un tempo lo chiamavano Greco di Gerace nella cui località balneare di Bianco ancora oggi è quasi esclusivamente prodotto; da quando Bianco è diventato comune autonomo, il vino ha cambiato denominazione.

I vigneti sono disposti a gradoni sul mare, catturando al massimo luce e calore. La produzione inizia con l’appassimento delle uve direttamente sui sassi arroventati dal sole o sui graticci di canne. Il vino ha un colore giallo dorato nel quale si concentrano zuccheri, minerali e sostanze profumate, l’impatto olfattivo presenta note dolci di albicocche, zagare, miele ed arancia candita. Il gusto è morbido, avvolgente, dolce con una componente alcolica decisa e persistente. E’ un ottimo vino da meditazione, ben abbinabile a dolci con frutta secca, creme e confetture. Purtroppo la produzione è molto limitata.

Ultima modifica ilDomenica, 12 Febbraio 2012 21:24
  • Zona di produzione: comprende interamente il comune di Bianco e parte di Casignana, in provincia di Reggio Calabria.
  • Vitigni: greco bianco min. 95%.
  • Resa: max. 10 t/ha.
  • Titolo alcolometrico minimo: 14+3%.
  • Affinamento: minimo 13 mesi.
  • Epoca di consumo consigliata: mediamente 5-8 anni.
Altro in questa categoria: DOC Bivongi »