Log in

Le zone viticole del Trentino Alto Adige

Zone viticole del Trentino Alto AdigeVallagarina: zona ai lati della valle solcata dal fiume Adige nella parte compresa tra Borghetto all’Adige,Nomi e Besanello.  In questa zona dove la coltivazione del vitigno marzemino gentile da ottimi risultati.
Piana di Trento: zona in cui si coltiva la schiava rossa,merlot , enantio,moscato giallo,pinot bianco,chrdonnay e cabernet.

Valle dell’Adige: da Aldeno fino a Roverè della Luna. Zona che comprende il Campo Rotaliano dimora del famoso vitigno teroldego. Sono tre i comuni di produzione: Gruno-San Michele all’Adige, Mezzacorona, Mezzolombardo. Il vino che si ottiene viene anche definito “Il principe di Trento” per le sue straordinarie caratteristiche organolettiche.
Altri vitigni coltivati sono: lagrain, schiava e riesling, chardonnay, cabernet, pinot nero e merlot. A Lavis si coltiva principalmente nosiola.
Valle di Cembra:  da Lavis a Faver in direzione di Cavalese. Qui si può parlare di viticoltura eroica per la pendenza dei terreni coltivati e spesso sostenuti da muretti a secco.
I vitigni coltivati sono: schiava grossa, muller thurgau, binot bianco e chardonnay.  I risultati ottenuti sono sorprendenti.
Valle Sarca: dal lago di Garda a Vezzano passando per l’affascinante castello di Toblino che si trova a ridosso di uno splendido laghetto. Clima favorevole alla coltivazione della vite. Zona di produzione del Vino Santo ottenuto dal vitigno nosiola. Altri vitigni diffusi sono: il merlot,cabernet franc e mullet thurgau. Novità da citare e ricordare il vitigno rebo, incrocio tra merlot e marzemino che sta ottenendo un buon successo.

Zone viticole dell' Alto AdigeTra Merano e Salorno: zona prediletta del vitigno schiava.
Termeno: zona d’origine del traminer aromatico (gewurztraminer) e dove ancora oggi questo vitigno da il massimo risultato.
Bolzano: zona classica per la coltivazione del lagrain.
Valle D’ Isarco: coltivazione del sylvaner.
Media e bassa Val Venosta: da ricordare come sottozona di produzione del kerner.