Log in

L' ambiente pedoclimatico delle Marche

Ambiente pedoclimatico delle Marche- Estensione: 9.693 kmq.
- Montagna: 31,2 %
- Collina: 68,8 %
- Pianura: 0 %
- Regioni confinanti: Repubblica di San Marino, Emilia-Romagna, Umbria, Lazio, Abruzzo.

Terreno

La parte montuosa, ben rappresentata dai monti Sibillini, ha terreni calcarei. Testimonianza di questo sono le numerose grotte dei rilievi marchigiani (Frasassi).
Sulle  dorsali appenniniche troviamo terreni calcarei-arenacei con la presenza di marne, argilla e depositi gesso-sulfurei e tripoli, giacimenti di potassio e zolfo.
La natura profonda , la buona permeabilità rendono i terreni delle Marche molto vocati alla coltivazione della vite.
In generale la conformità del terreno vede lunghe dorsali parallele che degradano verso il mare Adriatico.

Fiumi e laghi

In questa regione troviamo torrenti  di breve lunghezza. Quasi tutti sfociano nel mar Adriatico a parte il Nera.
Fiumi: Marecchia, Conca, Foglia, Burano, Tronto, Metauro, Cesano, Esino, Musone, Potenza, Chienti, Tenna,Aso.

Clima

Il clima è molto variabile a seconda della zona. Nelle parte più interna abbiamo un clima continentale con una maggiore escursione termica diurna rispetto alle zone vicine al mare. Qui gli inverni sono abbastanza rigidi e influenzati dall’esposizione dei venti freddi da nord.
Avvicinandoci al mare il clima diviene di tipo mediterraneo con estati calde, ma con una notevole influenza dei venti da sud che determinano una seria minaccia per le coltivazioni.