Log in

Le zone vitivinicole del Lazio

Zone viticole del LazioProvincia di Roma:è la zona più importante della regione. Territorio dall’alta vocazione viticola grazie all’abbondante presenza di potassio e fosforo che arricchisce i vini di aromi ed eleganza. Anche il clima è molto adatto grazie all’azione mitigatrice dei laghi.

 

In questa zona troviamo diverse DOC tra cui: Colli Albani, Colli Lanuvini, Frascati, Marino, Montecomparti-Colonna, Velletri, Cori, Tarquinia.
I principali vitigni sono: merlot, cesanese, bombino rosso e bianco, malvasia e sangiovese
Aprilia: è la continuazione della zona precedente. Troviamo principalmente i vitigni trebbiano, merlot e sangiovese.
Provincia di Viterbo:  siamo nella zona intorno ai laghi di Bolsena.
Sulle pendici del lago viene prodotto il vino Est! Est! Est ottenuto principalmente da trebbiano toscano (procanico).
A Gradoli viene prodotto il  famoso vino da dessert Aleatico di Gradoli che prende il nome dal vitigno.
Appartengono a questa zona altre DOC tra cui: Vgnanello, Cerveteri.
Provincia di Rieti:  siamo nella zona appenninica della regione. Vengono coltivati principalmente trebbiano toscano, malvasia del Lazio e malvasia di Candia. Troviamo solamente la DOC Colli di Sabina.
Provincia di Latina: la zona più coltivata e l’Agro Pontino dove vengono coltivati principalmente trebbiano toscano, malvasia di Candia e moscato di Terracina. Due le dominazioni di origine controllata: DOC Circeo e DOC Moscato di Terracina.
Provincia di Frosinone: siamo su una zona dove vengono prodotti principalmente vini rossi. E’ la patria del cesanese riconosciuti dalla DOC Cesanese di Affile e la DOCG Cesanese del Piglio. Inoltre gengono coltivati anche vitigni internazionali come syrah, cabernet sauvignon, merlot, cabernet franc che vengono utilizzati per la produzione di vini appartenenti alla DOC Atina.