Log in

Le zone vitivinicole della Basilicata

Zone viticole della BasilicataColline del Vulture:  siamo alle pendici del  monte Vulture, un antico vulcano spento. L’ area è costituita da molte sorgenti minerali d’ acqua, che conferiscono a questa parte della Basilicata settentrionale un paesaggio dalle caratteristiche uniche e con risorse agro-ambientali di grande qualità.

I terreni vulcanici sono ricchi di potassio e determinano le condizioni ottimali per la coltivazione della vite. È qui che si coltiva l’ aglianico, il vitigno autoctono della Basilicata, e si produce una delle perle enologiche italiane riconosciuto della DOC  Aglianico del Vulture.
Val d’ Agri: è una zona con delle fortissime escursioni termiche, che esaltano la qualità dei vitigni internazionali pregiati come il Merlot e il Cabernet Sauvignon. Le viti vengono coltivate a 600  s.l.m e concorrono alla produzione di vini riconosciuti dalla DOC Terre dell’ Alta Val d’ Agri.
Provincia di Matera: è la zona della DOC Matera. I vitigni più diffusi sono il sangiovese, primitivo, aglianico, cabernet sauvignon, malvasia bianca di Basilicata, trebbiano e greco.  Si producono vini bianchi e rossi e uno spumante ottenuto principalmente da malvasia bianca di Basilicata con rifermentazione in bottiglia o con metodo Classico.