Log in

L' ambiente pedoclimatico dell' Abruzzo

Ambiente pedoclimatico dell' AbruzzoEstensione: 10.795 kmq.
Montagna: 65,1 %.
Collina: 34,9 %.
Pianura: 0%.
Regioni confinanti: Lazio,Marche,Molise.

 

Terreno

La parte occidentale è una zona montuosa con terreni di origine carsica (calcarei).

Appennini: la zona appenninica è di origine geologica antica ed è costituita da rocce calcaree permeabili. Le catene montuose raggiungono quote molto importanti: Velino (2487 m), Sirente (2350 m) e Montagna Grande (2150 m). La parte orientale è una zona collinare prevalentemente subappenninica con terreni argillosi, arenacei ed sabbia.

Scendendo da nord verso sud, sempre sulla parte orientale, i terreni assumono caratteristiche diverse: a nord abbiamo una prevalenza di arenarie quarzo-micacee; troviamo inoltre formazioni gessose e ceneri vulcaniche. Sulla zona dell’ acquilano ci sono terreni bonificati di origine lacustre con presenza di calcare, arenarie e residui organici.

Fiumi e laghi

L’ andamento dei corsi d’acqua è condizionati dalla catene montuose che ne determinano la direzione. Tutti i fiumi sono trasversali rispetto alla direzione degli appennini e sfociano tutti sul mare Adriatico.
Fiumi:Toronto,Vomano,Aterno-Pescara e Sangro.
Laghi:Scanno,Composto (artificiale).

Clima

Il clima è mite sulle zone rivolte verso il mare e continentale nelle zone interne.
Le precipitazioni sono presenti in tutta la regione con discrete differenza tra le zone litoranee (più siccitose) e quelle appenniniche.