Log in

La descrizione del profumo

I profumi del vinoRappresenta la fase in cui il degustatore può dare sfogo alla propria propensione comunicativa. Per descrivere i profumi del vino si deve ricercare nel bicchiere i profumi e le sfumature odorose. Questo significa prima di tutto avere in testa un buon bagaglio di profumi e in secondo luogo saperli descrivere.

Aromatico

Profumo di un vino ottenuto da un vitigno aromatico (moscati,malvasie,bracchetti,gewurztraminer).   
Deve essere il primo nell'elenco della descrizione olfattiva.
Identifica il vitigno d'origine e inquadra immediatamente la tipologia del vino.

Vinoso

Profumo che ricorda quello della cantina con mosto in fermentazione o ancora di più durante la svinatura.   
Principalmente nei vini rossi giovani.

Floreale

Profumo dei fiori.   
Le essenze riconosciute possono essere numerose,diverse a seconda della zona d'origine, dalla tipologia del vino,dai vitigni impiegati e dall'evoluzione del vino.
Generalmente:

  • Vini bianchi giovani: fiori freschi bianchi o gialli (biancospino,zagare,ginestre...)
  • Vini rossi giovani: fiori freschi rossi (viola,rosa...)
  • Vini maturi: fiori appassiti o fiori secchi.

Fruttato

Profumo dei più svariati tipi di frutta.   
Le essenze riconosciute possono essere numerose,diverse a seconda della zona d'origine, dalla tipologia del vino,dai vitigni impiegati e dall'evoluzione del vino.
Generalmente:

  • Vini bianchi giovani: frutti freschi a polpa bianca o gialla,esotici o agrumi.
  • Vini rossi giovani: frutti freschi a bacca rossa o nera(ciliegia,fragola,lampone,prugna,mirtillo...)
  • Vini maturi: frutta molto matura e confetture,frutta secca e sotto spirito.
  • Vini passiti: frutta esotica essiccata,uva passa,albicocca e fico secco.

Erbaceo

Profumo che ricorda quello di essenza vegetali verdi,come il bosso,l'erba,il peperone verde,la foglia di pomodoro,il fieno falciato,il mallo della noce e altre ancora. Sentori pungenti e penetranti,e caratterizzano particolari vitigni come cabernet franc e sauvignon,merlot,lagrein,sauvignon blanc,riesling e altri ancora.

Fragrante

Può avere due valenze:

  • Il caso più frequente e generale identifica il profumo fresco e vivace dei vini giovani.
  • Ricordando la fragranza del pane fresco,può essere riferito al carattere olfattivo di alcuni spumanti ottenuti con rifermentazione in bottiglia,oppure di vivi fermi bianchi,anche aromatici,imbottigliati con i propri lieviti.

Minerale

Sensazioni odorose minerali e saline.   
Caratteristiche di alcuni vitigni e ambienti pedoclimatici,come i Sauvignon blanc della Loira,i Riesling della Valle del Reno,alcuni Nero d'Avola di Sicilia.

Franco

Sottolinea la pulizia,la chiarezza di un profumo in riferimento alla tipologia del vino preso in esame.    Questi sentori non sono mascherati dal altre sensazioni e quindi non lasciano dubbi sulla loro originalità.
E' un aggettivo che deve seguire quello del gruppo al quale appartiene il profumo percepito.

Speziato

Sensazioni odorose di spezie,a volte piuttosto dolci(vaniglia,cannella...),altre più penetranti e pungenti(pepe nero...).   
Questi profumi si possono riscontrare sia nei vini bianchi sia in quelli rossi,in particolare dopo il passaggio in botti di legno e affinamento in bottiglia.
Il passaggio in barrique nuove può determinare uno spiccato profumo di vaniglia.

Etereo

Sfumature odorose di cera,ceralacca,iodio,medicinali,plastica,sapone,smalto e altro ancora.   
Dovute alla formazione di acetali,eteri ed esteri,che derivano rispettivamente dalle combinazioni degli aldeidi,altri alcoli e acidi.