Log in

Alcuni concetti introduttivi

Abbinamento cibo-vinoAlimento: ogni sostanza che sia in grado di fornire energia, materiale per i tessuti o catalizzatore chimico a qualsiasi organismo vivente. Ogni alimento è composto da principi nutritivi presenti in rapporti diversi a seconda dell’alimento e della sua origine.

La degustazione del vino

La degustazione del vinoLa degustazione è senz’altro il principale momento in cui si misura il prodotto della viticoltura. L’uva che ha subito un vero e proprio processo dove intercorrono svariati eventi che poi si riflettono nel vino.

Classificazione degli alimenti

La classificazione degli alimentiSono chiamati alimenti tutte quelle sostanze che l'organismo assume dall'esterno e che sono capaci, da soli o convenientemente associati, di soddisfare i suoi fabbisogni materiali, energetici e “bioregolatori”. Gli alimenti possono essere di origine vegetale, animale, oppure minerale.

Principali regole della degustazione

Regole per la degustazione

- Svolgere la degustazione in un ambiente neutro che non ha influenza sui colori e sull’attenzione umana. Pareti di colore chiaro,silenzioso e senza odori e profumi.
- La persona che degusta non deve utilizzare profumi intensi.
- Non ingerire sostanze dal sapore intenso e persistente.
- Non fumare.
- Il vino deve essere servito ad una temperatura adeguata alla tipologia.
- Non degustare più di 10-12 campioni di vino.
- Scegliere un orario opportuno in cui si è riposati e rilassati.
- Seguire una sequenza logica nell’assaggio dei vini.
- Non lasciarsi influenzare dall’etichetta e/o fama del vino.
- Non essere raffreddati.

Conservazione degli alimenti

Conservazione degli alimentiTutti gli alimenti si alterano attraverso un naturale processo di invecchiamento chiamato deterioramento.
Il fine della conservazione è ritardare il più possibile i processi di degradazione e mantenerne la freschezza, perché‚ conservare significa semplicemente "serbare nello stato originario".

Valutazione dei tannini del vino

Valutazione dei tannini del vinoSostanze presenti nei polifenoli che si trovano principalmente sulla buccia degli acini insieme ai pigmenti. Essi determinano la tannicità dei vini. La loro concentrazione varia in funzione del clima, della zona di coltivazione e del vitigno oltre che dai sistemi di vinificazione e dalla maturazione dell’uva.
I tannini determinano delle precise sensazioni tattili e saporifere: secchezza,astringenza e rugosità o in altri casi leggere sensazioni amarognole sono quelle che percepiamo normalmente a seconda del tipo di vino.

Le sensazioni del cibo

Le sansazioni del ciboAnche il cibo deve essere degustato e quindi valutato prima di poterlo abbinare ad un vino. In particolare dobbiamo fissare le sensazioni del cibo che giocano un ruolo importante nella definizione dell’abbinamento cibo-vino.

Il gusto

Il gustoIl gusto è la capacità di percepire delle sensazioni saporifere e tattili grazie alle papille gustative che sono degli elementi recettori specializzati che si trovano distribuiti sulla lingua e sulla mucosa orale. Le papille gustative sono collegate al cervello attraverso delle cellule sensoriali che inviano le informazioni percepite sulle diverse parti della lingua.

Metodi di cottura degli alimenti

Metodi di cottura degli alimentiGli alimenti di base (carne,latte,pesce) hanno “gusti” particolari, seppur diversi tra loro;le loro caratteristiche organolettiche possono essere variate mediante cottura.