Log in
Antonella Amodio

Antonella Amodio

Dalla laurea in Scienze Umanistiche a narratrice di vino, il passo è breve.

Nel mezzo c'è la passione per la cucina, che ancora coltiva, dove applica le tecniche apprese seguendo i corsi  di grandi maestri della cucina italiana, come Gualtiero Marchesi, Claudio Sadler, Angelo Paracucchi e Pietro Leemann. È innamorata della natura e in special modo delle erbe aromatiche, tanto da ottenere un Master in botanica.

L'incontro con il vino, avvenuto più di venti anni fa, è stato folgorante. La passione si è trasformata in lavoro e per diversi anni, ha avuto il privilegio di cooperare con storiche aziende vitivinicole del panorama mondiale. È stata collaboratrice in diverse edizioni di guide dei vini, quali Bibenda e Gambero Rosso.

Attualmente svolge attività di consulente per immagine e comunicazione di aziende vinicole. Scrive per il Wine blog Luciano Pignataro, dove ha anche una sua rubrica personale, intitolata "Falsi d'autore", nella quale propone le ricette di noti chef. Collabora con il sito giornalistico Doctor Wine - Daniele Cernilli, per il quale è anche responsabile della Guida Essenziale dei Vini per la regione Campania. Ama follemente la sua Campania, tanto da non smettere mai di scriverne.

Viti e vite del Vesuvio

"Sfuma in soavissimi aromi di  erbe aromatiche, ha il colore del mistero del fuoco infernale, il sapore della lava, dei lapilli e della cenere che seppellirono Ercolano e Pompei; bevete amici questo sacro antico vino". [Curzio Malaparte]
Sottoscrivi questo feed RSS