Log in

Brevetto internazionale per il Prosecco

Dal (09/2004 ndr), chi utilizzerà il nome Prosecco per denominare vini prodotti con uve Prosecco provenienti da zone fuori dalla zona Conegliano - Valdobbiadene sarà citato a giudizio ovunque esso si trovi, in Italia come nel resto del mondo.

Da oggi (09/2004 ndr), chi utilizzerà il nome Prosecco per denominare vini prodotti con uve Prosecco provenienti da zone fuori dalla zona Conegliano - Valdobbiadene sarà citato a giudizio ovunque esso si trovi, in Italia come nel resto del mondo. L'annucio è stato dato da Luca Zaia presidente della Provincia di Treviso nel discorso inaugurale della 41° Mostra Nazionale degli Spumanti di Valdobbiadene. Zaia nel suo discorso afferma che il Prosecco è il nostro valore territoriale e non deve più avere l'etichetta di qualsiasi altro Prosecco del mondo, la Provincia aprirà una battaglia legale, uno staff di legali dimostreranno che la parola Prosecco è dei Trevigiani. Siamo la realtà spumantistica più grande d'Italia con ben 130 impianti sparsi in tutta la Marca Trevigiana e 47 milioni di bottiglie annue, ma le aziende sono frazionate e di piccole dimensioni ed hanno bisogno di essere aggregate dagli enti e dai consorzi di tutela.

Il sottosegretario alle Politiche Agricole Giampaolo Dozzo intervenuto all'inaugurazione della mostra ha annunciato che è allo studio un brevetto internazionale per la salvaguardia del Prosecco. La notizia è stata accolta con entusiasmo dagli addetti ai lavori e dagli organizzatori della Mostra, si tratta infatti di un notevole passo in avanti nella difesa di questa zona eletta come maggiore spumantizzazione nazionale. Il fenomeno della vinopirateria è sempre più diffuso e l'immissione sul mercato di prodotti falsificati, di scarsa qualità e provenienti da zone non vocate, confonde i consumatori di tutto il mondo con gravi danni d'immagine ed economici.

Ultima modifica ilMartedì, 23 Marzo 2010 13:46

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.