Log in

Dolegna del Collio: 386 abitanti, 22 cantine

Ogni tanto mi metto a far di conto. Il Friuli Venezia Giulia è costituito da un territorio, pianure, montagne, colline, di 784.400 ettari. Di questi, circa 22.000 sono utilizzati per la produzione di vino. Quasi il 3 % del territorio della mia regione è piantato a vigna.

Ha una popolazione di 1.224.000 abitanti e ben 9.000 aziende vinicole, pertanto ogni 136 persone, una è proprietaria di una cantina. Abbiamo 8 ristoranti stellati e facendo i conti, ogni 153.000 persone c’è un proprietario di ristorante stellato. Direi numeri che denotano una propensione importante al vivere bene. Però, ed è questo che mi ha fatto scattare il desiderio di usare la calcolatrice, esiste un paese che sconvolge tutti questi numeri:  Dolegna del Collio,  un piccolo centro  in provincia di Gorizia, confinante con la Slovenia.

Il territorio, che comprende le 7  frazioni di Lonzano , Mernico , Restòcina, Ruttars, Scriò, Trussio, Vencò,   si estende per 1.243 ettari, colline comprese,   di cui 710 vitati. Il 60% del territorio è utilizzato per produrre vino. Gli abitanti sono 386 e le cantine presenti ( e che signore cantine!)  sono 22. Ogni 18 persone una  è proprietaria di un’azienda vitivinicola. E, per finire, qui  hanno la loro sede 2 ristoranti stellati, il che significa che ogni 193 Dolegnani  uno detiene una stella Michelin. Numeri che hanno dell’incredibile.  

Mi chiedo allora, cosa avrà di così particolare questo luogo  da indurre  tante aziende a stabilirne la sede? Saranno forse l’aria, la ponca (il terreno), il fiume Judrio, il silenzio, l’aria pulita, la mancanza di industrie, avere una strada del vino, far parte delle Città del Vino, la vicinanza con la Slovenia , la  tradizione, le 7 chiesette, la qualità della vita? Non lo so. Forse per tutto questo o anche  per altro che, continuando il mio viaggio, vi descriverò a breve...

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.