Log in

Il Maturano e il Pampanaro: i "nuovi" autoctoni del Lazio

Nel 2010 fanno ingresso nel registro delle viti da vino laziali il Maturano e il Pampanaro, due vitigni riconosciuti ufficialmente come autoctoni dall'ARSIAL (Agenzia Regionale per lo Sviluppo e Innovazione dell'Agricoltura del Lazio).

Sono entrambi del frusinate e hanno caratteristiche piuttosto simili.

Il Pampanaro ha un acino di medie dimensioni, rotondo, con buccia spessa, abbastanza consistente e pruinosa di colore giallo con riflessi verdognoli mentre il Maturano fruttifica un acino grande, con buccia spessa pruinosa, consistente e di un giallo carico.

Sono ancora poche le realtà che vinificano e mettono in commercio questi vitigni, usati principalmente ad uso familiare. 

Una di queste è rappresentata da Poggio alla Meta di Simone Nicòtina, azienda che ha sede nella valle del Comino, al confine tra Lazio, Abruzzo e Molise.

I vigneti sono situati nella zona Pescosolido e sono caratterizzati da marne calcaree ideali per le bacche bianche locali.

La vinificazione avviene in quel di Casalvieri nella cantina di recente costruzione. 

Qui si concentrano tecniche di vinificazione con sistemi a freddo e decantazione statica, riservando l'uso del legno solo ai propri rossi.

Il lavoro è stato indirizzato sulla qualità di questi due vitigni che ha portato a risultati improtanti che non possono essere trascurati.

Il Maturano Bianco 2014, prodotto interamente da uve Maturano è un vino fresco, leggermente sapido, dal colore chiaro, al naso mostra sentori agrumati con prevalenza del pompelmo rosa.

Il Pampanaro 2014, ha un naso “intrigante” avendo gli stessi terpeni del Traminer Aromatico in versione un pò più delicata. 

Gli aromi si orientano su litchi, rosa e pompelmo. Gradevole e coerente il palato, dove il vino mostra una buona struttura e persistenza. 

L'unica pecca è che queste bottiglie siano prodotte ancora in quantità molto ridotte, se sarete fortunati a trovarle in carta acquistatele senza problemi e noterete quale piacevole sorpresa possa ancora riservare il Lazio.
Ultima modifica ilMercoledì, 19 Agosto 2015 08:19

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.