Log in

Parte la rubrica "Noi di Sala" condotta da Matteo Zappile

L’interesse ed il successo ottenuto dalla nostra rubrica “Vita da Sommelier” mi ha convinto a proseguire questo percorso alla scoperta di una figura professionale ancora oggi non sempre valorizzata come meriterebbe.
 
Ho voluto pertanto affidare a Matteo Zappile, professionista di alto livello appartenente all’Associazione “Noi di Sala”, una rubrica indipendente che ogni secondo mercoledì del mese ci racconterà le criticità e le soddisfazioni che la professione di chi sta in sala, a contatto con un pubblico sempre più esigente, può riservare.

Iniziamo oggi con una sua breve presentazione dello spazio a lui dedicato, “Noi di Sala” appunto, sicuri che riuscirà ad ottenere un grande seguito.
 
MASTER MAITRE O L’INELUTTABILE VOGLIA DI FARE IL CUOCO.

Porto le mani al viso, dopo un servizio lungo e ricco di esigenze, ritorna la luce ed un mio collega mi versa un calice di vino, è un sabato di gennaio mentre sto facendo chiusura…

Lo so, è un grande vino quello che mi hanno servito, ne colgo la struttura e la complessità, essenziali per il mio defaticamento.

Spesso mi interrogo sul come fare questo lavoro e sul perché oggi un ragazzo di scuola alberghiera dovrebbe sceglierlo, mentre scrivo questo mio pensiero un ragazzo della scuola alberghiera è attanagliato da una profonda crisi, giacca bianca o giacca nera..?

Si! Questi sono i giorni delle scelte per i miei futuri colleghi, l’orientamento lo chiamano. L’interrogativo è sempre più asfissiante, in questi giorni che potrebbero cambiare la sua vita.

Essere Cameriere non è facile, non è un lavoro di ripiego, non è un lavoro per pagarsi gli studi, non è un lavoro di uno che si è trovato a farlo..!



Il Cameriere, sì, quello con la 'C' maiuscola, è una professione ben determinata: passione, curiosità, costanza ed eleganza, ecco stiliamo così il vademecum del cameriere di oggi, quello moderno che risponde con un mezcal a chi gli chiede un abbinamento stravagante, quello che nasce facendosi le ossa ai grandi banchetti, quello che dialoga con clienti provenienti da ogni parte del mondo.

Maitre, chef de rang e commis, una piccola brigata al servizio degli ospiti, eppure ancora oggi, nel 2017, è sempre più difficile avvicinarsi a questo lavoro, si sa il cameriere “non fa audience”!

Il Cameriere non sale su palchi o tiene conferenze, il cameriere lavora dietro le quinte a riflettori spenti, eppure il cameriere fa fatturato, nessun datore di lavoro pensa più a questo, “il cameriere vende tutto” si diceva una volta e vi assicuro che è ancora così.

Io sono e sarò sempre per la formazione, sono per i sorrisi, per l’eleganza, l’etica e la costanza.

Io sono per Raccontare questo mondo e così nasce questa rubrica, per raccontare mese dopo mese cosa fanno le donne e gli uomini di sala e cantina, che siano di strutture stellate o meno, che siano alberghi o meno, l’importante è che siano Camerieri.

Partiamo da Febbraio e cominciamo questa avventura raccontando ciò che accade oggi nella ristorazione, quella vera…

Vi aspetto.
Ultima modifica ilMercoledì, 08 Febbraio 2017 09:32

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.